Maddaloni, domani con #IoRestoACasa le musica sacra nell’incontro tra Gesù e Maria ai tempi della Processione del Cristo Morto e dell’Addolorata, dalle 15

MADDALONI (Caserta)  – Dopo l’appuntamento del 2 aprile 2020, ai temoi di Covid – 19, di coronavirus, sostenendo e ribadendo il concetto #IOSTOACASA, l’Associazione Musicale Culturale ONLUS “Aniello Barchetta”, ripropone un altro dei momenti fondamentali delle tradizioni musicali religioso del periodo di Passione per la città delle due torri. Il Maestro Antonio Barchetta e l’Associazione da lui fondata, nell’ambito del ciclo “I Canti della Passione” in vista della Santa Pasqua, ha fatto ri-vivere l’Inno alla Vergine delle Tre Ore della Desolata giovedì 2 aprile 2020 alle ore 15 sul canale Youtube “Associazione Culturale Musicale A. Barchetta”  https://www.youtube.com/channel/UCpYPdWeMjL62-aj0wlEnjvA. Come il 2 aprile anche domani 10 aprile 2020 alle 15 la presentazione dei concerti della Passione di Cristo, promossa dal sodalizio Barchetta, sarà trasmessa anche da New Radio Network in contemporanea.

Come si ricorderà il Concerto de “La Desolata”, era abbinata, fino a metà secolo scorso grossomodo, a un’altra antica tradizione musicale religiosa locale che era quella de “Le tre ore di Agonia” che si svolgeva nella chiesa del SS Corpo di Cristo, oggi Basilica Pontificia Inferiore del Corpus Domini. La rappresentazione musicale si svolgeva dalle ore 15 e nel corso delle stesse o al loro termine il crocifisso settecentesco era portato in fondo alla chiesa e dal portale centrale si affacciava all’esterno dove era giunta la processione del Cristo Morto e dell’Addolorata (che quest’anno quasi a distanza di un secolo e mezzo per la prima volta non si svolgerà) e con la statua settecentesca dell’Addolorata si sanciva l’incontro del Cristo con la madre. Questo momento sarà vissuto domani 10 aprile 2020 alle ore 15 sul canale Youtube “Associazione Culturale Musicale A. Barchetta”  https://www.youtube.com/channel/UCpYPdWeMjL62-aj0wlEnjvA. Si invitano tutti i lettori del presente articolo ad iscriversi al canale per accedere ai concerti e tutte le novità proposte.

I brani che saranno proposti, tratti da un cd prodotto dalla medesima dell’Associazione Culturale Musicale Onlus“Aniello Barchetta”, saranno AGONIA Op. 30 di Charles Acton. INTRODUZIONE e AGONIA Op. 30 di Charles Acton. SETTIMA PAROLA. I contributi musicali fanno parte de “Le Sette ultime Parole di Nostro Signore sulla Croce” a tre voci in chiave di Sol con accompagnamento di Harmonium od Organo, con musica di CH. ACTON op. 30. È questo il titolo originale di questa composizione di Charles Acton. Acton nato a Napoli il 25 Agosto 1829 morì a Portici il 2 Febbraio 1909; fu pianista e compositore nasce da Francis Charles Acton e da Esther Fagan. L’8 Febbraio 1857 sposa Michela Pignatelli di Cerchiara da cui ha otto figli. Tra le tante opere sacre che ha scritto vi è questa che è dedicata a Suor Eleonora Cordero, visitatrice delle Figlie della Carità delle provincie Meridionali. L’opera si compone di una Introduzione e di Sette Parole. Lo spartito è edito in primis da Francesco Lucca nel 1882 e poi dalla Ricordi. Nella Biblioteca dell’Associazione Culturale Musicale “A. Barchetta” è disponibile lo spartito originale. Le parti orchestrali armonizzate dal Maestro Antonio Barchetta e sono proposte in un CD con la registrazione per Soli, Coro e Organo, Diretti dal Maestro Antonio Barchetta.

Il Maestro Antonio Barchetta, nel ringraziare a nome proprio e dell’Associazione Culturale Musicale Onlus“Aniello Barchetta”, il pubblico che si connetterà al canale Youtube  “Associazione Culturale Musicale A. Barchetta”, al link https://www.youtube.com/channel/UCpYPdWeMjL62-aj0wlEnjvA,  i mezzi di comunicazione di massa che promuovono i cicli di eventi dell’Associazione, coglie l’occasione per Augurare un Santa Pasqua a tutti ed invita a seguire le future iniziative attraverso le news del sito: www.associazionebarchetta.org.

È possibile seguire il dettaglio e le news della programmazione dall’evento social https://www.facebook.com/events/1100384969978398/.

Ufficio Stampa

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *