Maddaloni, riprendono le attività del centro Studi Francescani di Maddaloni

7

MADDALONI (Caserta) – Ieri 4 settembre 2015 sono riprese le attività del Centro Studi Francescani per il Dialogo interreligioso e le Culture con sede in Maddaloni in via San Francesco d’Assisi adiacente la Chiesa di San Francesco d’Assisi detta anche di Sant’Antonio.

La comunità del Centro Studi alle ore 20 si è riunita presso la Chiesa di San Francesco dove si è tenuta un’ora di circa di Adorazione e Meditazione davanti al SS. Corpo di Gesù, guidata spiritualmente da Padre Domenico Sportiello. L’intera comunità del Centro, compreso il direttore e fondatore, Padre Edoardo Scognamiglio, ha vissuto questo momento di preghiera prima di riunirsi per l’avvio del nuovo anno sociale 2015/2016.

Nel corso della riunione è stato presentato il nuovo annuario del Centro Studi Francescani per il Dialogo interreligioso e le Culture relativo alle attività dell’Anno Sociale 2015/2016 che riporta in copertina il logo dell’Onu preparato per la celebrazione del 2016 quale anno internazionale dei Legumi, ed infatti oltre al logo sono presenti in copertina anche dei Legumi. Si ricorderà per l’anno sociale 2014/2015 si scelse il logo dell’Onu per l’Anno della luce.

Nel corso della riunione p Edoardo Scognamiglio, ha chiarito il perché il titolo e il contenuto dell’introduzione: “Il Mondo come Sacramento – Il linguaggio della fraternità e della bellezza” il tutto facendo eco all’Anno 2016 che l’Onu ha deciso di dedicare ai Legumi, all’Expo in corso che sta dando ampio spazio all’agricoltura, al cibo e allo sviluppo eco sostenibile e soprattutto al messaggio della “Laudato Si” di Papa Francesco.

Il titolo dell’introduzione, che segna il canovaccio del percorso spirituale e formativo del Centro Studi Francescani per il Dialogo interreligioso e le Culture per l’anno sociale 2015/2016, è particolarmente importante in quanto, come riferisce p Edoardo Scognamiglio, per i francescani la Terra, il Mondo è un Grande Sacramento, così come l’uomo è il Sacramento di Dio. L’importanza dell’Enciclica di Francesco, ha continuato p Scognamiglio, aiuta a sviluppare il dialogo con la natura, dopo quello con il fratello d‘altra nazionalità, cultura o fede. Ed in questo filone è da prendere ad esempio il pensiero del Patriarca Bartolomeo I della Chiesa Ortodossa. Il tema del Cibo, dell’Ambiente/Ecologia e la Salvaguardia del Creato sarà dunque il tema del percorso che affronteranno i soci del Centro Studi Francescani per il Dialogo interreligioso e le Culture e a cui tutti posso accedere per il tramite delle numerose iniziative, attività e laboratori. E quindi, oltre alla auto presentazione delle prof.sse Augusta Maria Riviezzo e Angela Affinito, si è proceduto alla presentazione delle attività dell’Anno Sociale. Tra queste spiccano, oltre ai numerosi laboratori, il Centro d’Ascolto GRATUITO, il Forum sulla Città Abitare Vivere Mangiare, gli Incontri di Lectio divina, il Laboratorio pre part, il Forum Permanente sul Gesù della Storia, ed altro.

Nei prossimi giorni saranno organizzate attività di informazione e orientamento circa le singole iniziative, nel mentre il Centro Studi Francescani per il Dialogo interreligioso e le Culture ha aggiornato la sua comunità, esortando chi vuole aderire a presenziare, per il prossimo mercoledì 16 settembre 2015 alle ore 20 presso la sede sociale.

Per aggiornamenti consultare l’evento social https://www.facebook.com/events/161560404179942/.

Per maggiori informazioni e adesioni contattare il Centro Studi Francescani per il dialogo interreligioso e le culture rivolgendosi presso la segreteria che ha sede nella chiesa di San Francesco d’Assisi in Via San Francesco d’Assisi, n. 117 a Maddaloni (Caserta). Per contattare la segreteria i recapiti sono: Telefax 0823434779; Cell. 3472968637 E-mail: edosc@libero.it mentre il portale web è www.centrostudifrancescani.it .

Maddaloni, lì 5 settembre 2015

Addetto Stampa

 

2

3

4

56

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *