Matti per i classici: Racconti del terrore. Da Edgar Allan Poe a Stephen King… aspettando Halloween

Libreria Spartaco, Santa Maria Capua Vetere (Ce) mercoledì 29 ottobre 2014, ore 18 - Letture aperte a tutti

Si accendono i riflettori sui lettori, che mercoledì 29 ottobre 2014, a partire dalle 18, potranno condividere le letture preferite sul tema “Racconti del terrore. Da Edgar Allan Poe a Stephen King…” nell’ambito del ciclo di incontri dedicati alla riscoperta dei libri più belli di tutti i tempi “Matti per i classici”. Sarà il modo più divertente per aspettare Halloween, la notte delle streghe, leggendo tutti insieme brani “da paura”.

Gli spiriti guida

Edgar Allan Poe (Boston 1809 – Baltimora 1849) fu scrittore, poeta, critico letterario, giornalista, editore, storyteller e saggista statunitense. È considerato uno dei più grandi e influenti scrittori americani della storia. Maestro del racconto poliziesco, della letteratura dell’orrore e del giallo psicologico, finisce per diventare anche uno dei rappresentanti maggiori del racconto gotico.

Stephen King

Stephen Edwin King (Portland, Maine 1947) è uno scrittore e sceneggiatore statunitense, uno dei più celebri autori di letteratura fantastica, in particolare horror, dell’ultimo quarto del XX secolo; è considerato anche un autore di spicco nel romanzo gotico moderno.

I prossimi incontri in libreria

Venerdì 7 novembre 2014, ore 18: per il ciclo Scrittori in carta e ossa. Una sera con… presentazione del libro “Chianette e carocchie” (ed. Koine) di e con Luciano Galassi. Presenta Paolo Laudisio.

Mercoledì 19 novembre 2014, ore 18: per il ciclo Scrittori in carta e ossa. Una sera con… presentazione del libro “Il terrorista e il professore” (ed. Spartaco) di e con Vito Faenza. Interviene Angelo Raucci.

Mercoledì 26 novembre 2014, ore 18: per il ciclo Scrittori in carta e ossa. Una sera con… presentazione del libro “Come un chiodo nel muro” (ed. Bompiani) di e con Tony Laudadio.

Info

Libreria Spartaco tel. 0823 797063

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *