MIGRANTI – LA BARCA DEI SOGNI – PRESENTAZIONE DEL VOLUME “PORTO SCHIAVETTI (POESIE E MIGRANTI) DI ALFONSO CAPRIO

MIGRANTI – LA BARCA DEI SOGNI

L’incontro del mese di Giugno di Letteratitudini, fissato per lunedì 15 giugno 2020 alle ore 20,00, riprende in video conferenza, la presentazione del libro di Alfonso Caprio “Porto Schiavetti (Poesie e Migranti) – Europa edizioni, a suo tempo programmato per il mese di Febbraio 2020 e successivamente sospeso a causa delle ben note vicende del Covid 19.

A tal proposito, nonostante le attuali problematiche che l’intera umanità mondiale sta vivendo, avrei pensato di riportare l’attenzione sul tema: MIGRANTI – LA BARCA DEI SOGNI, facendo riferimento anche ad un bellissimo articolo che ho recentemente letto su un numero di Internazionale, che si riferisce esattamente al primo capitolo del romanzo “La speranza e altri sogni pericolosi”.

Il romanzo è stato scritto da Laila Lalami,  una scrittrice marocchina, nata a Rabat nel 1968 che attualmente vive a Los Angeles. Il suo romanzo d’esordio La speranza e altri sogni pericolosi è stato pubblicato in Italia da Fusi orari (2007).

Dopo questa prima lettura, che è abbastanza breve, passeremo a parlare del libro di Alfonso Caprio che ripropone il medesimo filone con poesie assolutamente bellissime.

Parlare dei Migranti, oggi, come oggi, non è un argomento semplice perché sono tantissimi gli argomenti che si possono sollevare sia di ordine sociologico, che antropologico, che religioso, oltre che politico. Si tratta di un vero fenomeno culturale.

Tuttavia nel nostro incontro noi cercheremo di restringere il campo, mantenendo vivo l’interesse sulle poesie di Alfonso Caprio che sono veramente  emozionanti, brevi, concise, ma molto efficaci.

Un volto. Uno sguardo. E un sogno: abbandonare la miseria, la guerra, la tragedia di un continente sanguinante, per trovare umanità, dignità e speranza.

Intanto, prima di introdurre il nostre ospite ed il grandissimo amico Alfonso Caprio, poiché noi siamo prevalentemente un’associazione culturale che si occupa di lettura – dice la coordinatrice del gruppo, Matilde Maisto – vorrei leggere insieme agli ospiti il primo capitolo del romanzo “La speranza e altri sogni pericolosi”.

Successivamente sarà un piacere gran piacere per me, fare una degna presentazione ad Alfonso Caprio che è nato e vive a Castel Volturno (CE); laureato con lode in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi “Federico II” di Napoli, studioso di Italianistica e Storia, ha al suo attivo numerose pubblicazioni anche di poesia: Rassegna di studi critici sulle rime volgari amorose napoletane dell’età angioina 1678-1978 (1982); Gli editori napoletani di Alfonso Maria de Liguori (1990); Variconi poesie palustri (1993); La fortuna di Alessandro Manzoni nel giornalismo napoletano della Restaurazione 1815-1830 (1995); Castel Volturno. La storia, la cultura, i monumenti, le famiglie (1997); Il Volturno e la Domiziana tra sogno poetico e realtà storica (2001) e molti altri libri che evitiamo di menzionare perché rischieremmo di fare un lungo elenco. Concludo, invece, la presentazione di Alfonso precisando che egli è titolare della cattedra di Italiano, Storia e Geografia presso l’istituto “G. Garibaldi” di Castel Volturno dal 1988.

Dopo questa mia breve presentazione passerò la parola al professore Raimondo che ci parlerà dell’ultimo lavoro di Alfonso Caprio “PORTO SCHIAVETTI” (Poesie e Migranti”.

Infine saranno recitate alcune poesie contenute nel volume in questione, di cui qui di seguito ne segnaliamo un assaggio:

Tramontato è il sole. Partiamo speranzosi. Il rosso plenilunio della silente luna. Sbianca le stelle, inondando di luce la spiaggia incantata della deserta riva. (La partenza – VI)

Come naufraghi nel mare della vita

Anche lo spuntare di un singolo fiore nel deserto è un inno alla vita e alla speranza per un futuro migliore e diverso. quindi, partiamo.

La serata concluderà con una tammurriata eseguita da Lello Traisci e con gli auguri a Matilde Maisto che, con l’occasione, festeggia anche il suo compleanno.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *