MONDRAGONE: OK ALLA TERZA EDIZIONE DI MARZO IN ROSA.

Mondragone (Matilde Maisto) – E’ il terzo anno consecutivo che a Mandragone il mese di marzo è interamente dedicato alle donne, infatti l’impegno della consigliera  Lisa Pagliaro è sempre più costante e tenace.

Il progetto di “Marzo in Rosa” nasce dall’impegno comune con il territorio, infatti è sponsorizzato da buona parte del tessuto produttivo della città di Mondragone. Naturalmente abbiamo il patrocinio morale dell’Ente e gli eventi sono stati organizzati in collaborazione con l’Associazione EVA (E’ VIETATO ASTENERSI), un’associazione di donne impegnate sul territorio per la promozione culturale delle pari opportunità.

“Marzo in Rosa” apre i battenti giovedì 5 marzo prossimo e si concluderà domenica 15 marzo. Sono previsti numerorissimi appuntamenti tra arte, musica, letteratura ed altro ancora, come meglio indicato nella locandina in calce.

Con grande soddisfazione siamo arrivate alla terza edizione di ‘Marzo in Rosa’, dice la consigliera Lisa Pagliaro, iniziativa nata dall’esigenza di andare a promovere i diritti delle donne e delle pari opportunità, scegliendo un tema particolareggiato e diverso per ogni edizione”– prosegue entusiasta Pagliaro che, insieme a Titti Sciaudone, ha organizzato una serie di eventi su un tema per nulla scontato.
“Quest’anno, con un po’ di coraggio e una serie di valutazioni, ci siamo focalizzate sul tema ‘LA VIOLENZA DI GENERE’. Può sembrare facile poterne parlare ma in realtà oltre ad essere una nozione molto complessa é anche molto abusata. E non é solo femminicidio ma tanto altro ancora. La scelta metodologica in questa iniziativa è stata quella di comunicare sul tema attraverso il teatro, la musica e la fotografia, anche se non mancheranno momenti di approfondimento sulla mappatura del fenomeno. Troppe le occasioni in cui le donne si trovano a dover soccombere,subire e soffrire”– aggiunge Titti Sciaudone, consigliera comunale, andando ad evidenziare quanto sia importante parlarne ancora e tanti sono ancora gli obiettivi da raggiungere. Il tutto é sintomo di una società ancora molto misogina e sessista. Bisogna informare, sensibilizzare e fare squadra.
Appuntamenti da non perdere!

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *