PROGETTO ‘MICA SCEMO’ IDEATO E PROMOSSO DALL’ASSOCIAZIONE “VINCI CON NOI” ARRIVA A SANTA MARIA CAPUA VETERE

(Matilde Maisto) – Abbattere le barriere che impediscono la realizzazione delle pari opportunità, dell’inclusione e della valorizzazione delle persone in stato di fragilità e difficoltà a livello sociale: questo è l’obiettivo principale del Progetto Mica Scemo, ideato e promosso dall’associazione “Vinci Con Noi”, da nove anni impegnata nel realizzare percorsi ludico-sportivi nel nuoto, nel calcio e nella danza per persone con diagnosi di autismo o di disabilità intellettivo-relazionale dai 3 ai 40 anni. “Quella che ci proponiamo di promuovere è una vera e propria rivoluzione culturale attraverso la diffusione di conoscenza e consapevolezza sull’autismo, eliminando pregiudizi e diffidenze”, parole dell’anima di “Vinci con Noi”.

L’Associazione Vinci con noi,  recentemente,  ha chiesto supporto al Presidente della Onlus Don Lorenzo Milani di Grazzanise Dott.ssa Tania Parente per la promozione della propria mission.  Pertanto il tre ottobre p.v. presso l’Istituto” I Carissimi” di Santa Maria CV , si terrà una cena di beneficenza, al fine di raccogliere fondi destinati alla realizzazione di un film.

In proposito, si ringrazia l’avvocato Iervolino Raffaele, proprietario dell’Istituto, per la sensibilità e generosità che lo contraddistingue in quanto ha messo a disposizione non solo il suo istituto ma l’intera organizzazione della serata. Si ringraziano in anticipo le istituzioni e le associazioni che al momento hanno dato la loro adesione e che contribuiranno nel loro piccolo alla riuscita dell’evento.

Insieme si può, perché è solo con l’Unione che si possono superare difficoltà. Se oggi ancora si parla di inclusione vuol dire che siamo lontani da essa. Spesso il concetto di inclusione viene sovrapposto a quello di integrazione e i due termini vengono utilizzati come sinonimi, ma l’inclusione non è assimilazione e nemmeno integrazione. Negli ultimi decenni, i servizi hanno assunto come punto di riferimento concetti come normalizzazione e integrazione, che pongono in risalto la necessità di operare per eliminare le differenze, assimilare e avvicinare il più possibile le persone con disabilità a una condizione di normalità. Questa prospettiva considera la disabilità come un elemento negativo da rimuovere, per questo il processo assimilativo ritiene il diverso colui che deve cambiare e adattarsi alla cultura e alla società in cui vive.

Le associazioni aderenti  al momento sono:

Letteratitudini Cancello ed Arnone

Istituto Iervolino Onlus Don Mani ,TAM Caserta, IC di Grazzanise

Cioccolateria Dulcis in Fundo

IC Uccella , IC GallozziSanta Maria CV

Forbici e Follie Santa Maria CV

Promozione del Benessere psicofisico e Sociale di Santa Maria CV

ParrocctSan Giovanni Battista Grazzanise

Aniep sede di Casagiove

Associazione cattilica di Santa Maria cv

signora Anna Vallefuoco

Centro Iris di Grazzanise

Il formatore Max Formisano

Ancora centro Trinity di Grazzanise

E studio Commerciale Raimondo di Grazzanise

Durante la cena sono previsti interventi in merito alla tematica inclusione e autismo

Non si parlerà solo di autismo ma di cercare il più possibile di comprendere quanto sia importante abbattere barriere e resistenze.

Inoltre, sempre gratuitamente si esibirà il gruppo musicale Theuntitled di Capua.

 

 

 

 

 

 

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *