Oggi, 20 giugno, importante convegno organizzato dall’Istituto comprensivo di Via Battisti Grazzanise: STUDENTI CON DISABILITA’, CHE SI E’ FATTO E CHE SI FARA’?

NOVE ESPERTI A CONFRONTO PER VERIFICARE IL CONCRETO PERCORSO APERTO DALLA L. 517

GRAZZANISE – “Dall’integrazione scolastica degli alunni diversamente abili all’attuale inclusione”: è il difficile problema al centro del convegno che si svolgerà nel pomeriggio di oggi, 20, giugno, con inizio alle ore 16,30, nell’aula magna dell’ex scuola media (ora denominata “secondaria di 1° grado”) attiva nel plesso “Filippo Gravante” di Via C. Battisti, in Grazzanise.

L’iniziativa, di evidente importanza informativa e formativa per insegnanti e non solo, è stata promossa dall’Ic statale guidato dalla dirigente Roberta Di Iorio che, per l’organizzazione si è avvalsa dell’efficace apporto dell’insegnante specializzata Tania Parente.

Così, a quarantanni esatti dall’entrata in vigore della Legge 517 del 1977 – che con gli aticoli 2 /riguardante la scuola elementare) e 7 (scuola media) ruppe definitivamente con il passato delle scuole speciali e delle classi differenziali, consentendo l’accoglienza nelle classi normali di alunni portatori di handicap -, si è deciso di procedere ad un’analisi vera e concreta degli aspetti e dei problemi emersi nel lungo percorso di effettiva attuazione di quella legge e degli ulteriori provveimenti legislativi ed amministrativi che hanno dato luogo a percorsi educativo-didattici in teoria fortemente innovativi, ma assai accidentati nella realtà.

Dunque, un arduo obiettivo che, già di per sé, torna a merito della dirigente Di Iorio e del suo staff che in effetti si propongono di fare seriamente il punto sulla situazione attuale, non rinunciando a delineare le prospettive che si aprono per l’immediato futuro, soprattutto in applicazione del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 66, che ha dettato nuove “norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità”. E, proprio considerando la complessità della materia, è stato elaborato un robusto programma dei lavori che prevede gli interventi di ben nove esperti che, peraltro, hanno dato la loro disponibilità pur sapendo di non avere alcun compenso.

Ecco le fasi del convegno: ore 16,30 registrazione partecipanti; ore 17,00 saluti istituzionali; ore 17,15 Sergio Iorio (Docente di Filosofia e Storia – Sociologo): La L. 517/77: sintesi di un processo di democratizzazione; ore 17,30 Pietro Boccia (Filosofo e pedagogista): Excursus sull’integrazione scolastica nel casertano dalla L. 517 ad oggi: aspetti, problemi e prospettive; ore 18,00 Roberta Di Iorio (Dirigente scolastica): La funzione del dirigente scolastico nella prospettiva di un’inclusione di qualità; ore 18,15 Tania Parente (Docente specializzata): Profilo e funzioni dell’insegnante specializzato per la sinergia della didattica inclusiva; ore 18,30 Silvia Del Deo (Docente specializzata): Dall’insermento all’inclusione, dal PEI al PROGETTO VITA: l’esperienza professale di una docente di sostegno; ore 18,45 Guglielmo D’Allocco (psicologo): Gli apporti dei Servizi sanitari territoriali: esperienze concrete, criticità, successi; ore 19,00 Gabriella Parente (Assessore comunale alle Politiche sociali): Il Comune a supporto dell’inclusione scolastica per gli alunni diversamente abili. Gli “Accordi di Programma”; ore 19,15 Vitaliano Ferrajolo (Presidente LPH – Caserta). E così alla fine ci pensa la Magistratura: come si è evoluta la giurisp’rudenza; ore 19,30 Adele Di Gioia (Referente regionale dell’ANIEP: Associazione nazionale per la promozione e la difesa dei diritti delle persone disabili): L’ANIEP in Terra di Lavoro: amore, coraggio, dignità a difesa dei diritti dei deboli; ore 19,45 dibattito.

Il Dibattito sarà moderato da Raffaele Raimondo (Cronista Free Lance).

 

1

2

3

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *