OMAGGIO ALLA MEMORIA DEI CADUTI DEL 9 SETTEMBRE 1943 (SECONDA GUERRA MONDIALE)

di Matilde Maisto.

CANCELLO ED ARNONE – Non esiste un momento particolare per ricordare e rendere omaggio ai nostri caduti che il 9 settembre 1943 diedero la vita alla loro Patria.

Ma in occasione del nuovo libro scritto dall’ex Magistrato cremonese Francesco Nuzzo, originario di Cancello ed Arnone, archivista di Stato e autore di scritti giuridici e  di storia del diritto, non possiamo non ricordare la sua nuova pubblicazione che si intitola ‘Bombardamento di Cancello Arnone (9 settembre 1943)’, e approfondisce, grazie a studi, testimonianze e documenti, i gravi eventi che colpirono la comunità di Cancello Arnone, comune della provincia di Caserta, al termine della Seconda Guerra Mondiale.

Ebbene a seguito di quanto sopra è stato facile per me ricordare gli eventi luttuosi che avvennero in quella fatidica mattinata del 9 settembre 1943. In effetti intento ricordare quella famosa e luttuosa giornata per glorificare i nostri martiri di una guerra ingiusta I bambini, le donne, gli uomini che impreziosirono, il 9 settembre 1943, con la loro fede operosa la città di Cancello ed Arnone.
Dalla rassegna di testimonianze che, nel tempo si sono susseguite, si ha la percezione degli accadimenti di quel giorno.
Il piccolo centro rannodato attorno alla sua chiesa era in quella mattina in un clima di festa!!! Aleggiava un unico desiderio tra i nostri concittadini, condividere in preghiera un ringraziamento per la fine di una guerra tormentata e sanguinaria che tanto terrore aveva seminato.
La comunità si raccolse verso le ore 10,30, per la S: Messa domenicale, nella Chiesa dedicata a Maria SS. delle Grazie, offrendo se stessa in olocausto, quasi ad espiazione di una resistenza passiva.
Ma il ringraziamento fu funestato, da lì a poco, da un bombardamento anglo-americano, intervenuto in risposta di un attacco proferito da una contraerei tedesca.
Le testimonianze raccontano di un tonfo assordante, una nuvola di fumo, e poi… Poi morte. Lo scenario desolante traspare in ogni ricordo, cumuli di macerie, distruzione di intere famiglie, di secolari sacrifici, di testimonianze dirette, di passati gloriosi e di memorie di vite vissute.
Presumo che quei caduti immolati sull’ altare sacrificale della comunità abbiano inciso con il loro sacrificio nelle coscienze di quanti si sono adoperati per la ricostruzione, stimolandone attivismo, solidarietà e laboriosità.
Ancora oggi c’è chi piange i suoi affetti, l’amico tenuto per mano, la madre, il fratello complici nell’ avvento alla salvezza, la lunga corsa verso la vita, spezzata, privata dall’ amore domestico, aperta ad un futuro difficile di sofferenze, di paure e di ricordi indelebili.
L’armistizio dell’8 settembre fu accolto con gli onori della festa della libertà, tuttavia lungi dall’ essere la soluzione dei mali patiti, fino ad allora, per una guerra pretestuosa ed ingiusta, segnò l’inizio di efferatezze naziste nei confronti di una popolazione inerme accusata di tradimento.
Io, figlia di una generazione che ha conosciuto la guerra che ha sentito spesso raccontare ansie, speranze, tormenti, il rumore assordante delle bombe, raccolgo con onore il monito dei miei genitori e mi spingo affinché il ricordo degli eventi bellici, sublimato dalla esperienza di questo popolo, costituisca vigile garanzia della dignità della persona umana.
Mai più odio! Sì al progresso, alla giustizia, alla pace. ”

Il nuovo libro dell’ex magistrato Francesco Nuzzo sarà presentato proprio nella piazza dedicata ai caduti in guerra nella P.azza Municipio del Comune di Cancello ed Arnone, giovedì 23 Luglio 2020 alle ore 19,00.

A tal proposito il Sindaco del Comune di Cancello ed Arnone Raffaele Ambrosca e l’Amministrazione Comunale invitano alla presentazione del libro “Bombardamento di Cancello ed Arnone (9 settembre 1943)”.

Interverranno:

Prof. Giovanni Cerchia – Ordinario di Storia Contemporanea Università degli Studi del Molise.

Mons. Salvatore Visco – Arcivescovo della Diocesi di Capua.

Modera il professor Raffaele Raimondo.

Tutti i cittadini sono invitati a partecipare all’evento che si svolgerà all’aperto e vedrà il coinvolgimento di molte persone del luogo che avranno modo di ricordare qualche lontano parente deceduto in quella triste occasione: un nonno – uno zio – un semplice conoscente oppure persone che hanno solo sentito parlare di questa infelice pagina di storia della nostra comunità.

In calce troverete l’invito con il quale simbolicamente s’invitano tutti i cittadini di Cancello ed Arnone.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *