Omicidio di Bellona

Accade lunedì 22 gennaio 2018 l’omicidio di Bellona in provincia di Caserta. È l’ennesimo tragico epilogo di situazioni di violenza sulle donne senza fine dovuto a rapporti familiari difficili o di rapporti di coppia segnati da abusi e prevaricazioni. Anna Carusone è morta dopo alcuni colpi di fucile scaricati in faccia dal marito Davide Mango, il quale, dopo aver sparato dal balcone della sua abitazione colpendo anche alcune persone si è poi tolto la vita. Tra le cause scatenanti degli scatti d ira dell’uomo vi è da annoverare lo stress emotivo spesso dovuto all’impossibilità di essere sostegno della famiglia rivolto a procurarsi lo stretto necessario a sbarcare il lunario. Questa probabilmente la causa scatenante che ha originato questo atto accaduto davanti alla figlia 14 enne che ha rischiato la vita anch’ella riuscita fortunatamente a scappare. La violenza non si giustifica, l’errore più comune quando viene commesso un omicidio o un atto di violenza è quello di trovare la giustificazione per la persona che lo ha commesso attenuando la responsabilità di chi agisce in modo così brutale. La tutela delle donne deve essere uno stato prioritario, le istituzioni devono essere più attente e pronte ad intervenire di fronte a questo male che non accenna a fermarsi. Il coordinamento cittadino di Marigliano “Pari opportunità” di Forza Italia esprime la propria solidarietà e cordoglio alla 14enne rimasta priva di genitori.

Prof. Giovanna Giaquinto, coordinatrice pari opportunità Fi Marigliano

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *