OPERAZIONE CONGIUNTA CARABINIERI E GUARDIE ZOOFILE E.N.P.A.

E.N.P.A.

 ENTE NAZIONELE  PROTEZIONE ANIMALI

SEZIONE PROVINCIALE DI NAPOLI  (enpanapoli@pec.it)

 12/10/2017

 

Una denuncia per detenzione di fauna protetta e rettile.

OPERAZIONE CONGIUNTA CARABINIERI E GUARDIE ZOOFILE E.N.P.A.

 

Il giorno 11 Ottobre 2017 il Comando Tenenza Carabinieri di Caivano (Na) congiuntamente alle Guardie Giurate Zoofile del’ ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) si portavano in zona Pascarola dopo alcune segnalazione pervenute ai Carabinieri  ed al Nucleo Guardie Zoofile di Napoli relativa alla detenzione di animali protetti. Il personale operante portatosi sul posto della segnalazione presso  una rimessa di mezzi pesanti  per effettuare un controllo allorquando giunti in loco dopo un accurato accertamento si riscontravano in una voliera con all’interno numerosi uccelli di razza protetta risultati di specie  Fringuelli (fringilla Coelebs famiglia dei fringillidi), nel continuare ad ispezionare i luoghi le guardie zoofile rinvenivano anche n. 02 esemplare di testuggine terrestre esemplare a grave rischio di estinzione, (Testudo emarginare, protette dalla Convenzione di Washington, nonché n. 05 cani non iscritti all’anagrafe canina e per questo sanzionati amministrativamente.  I carabinieri a questo punto identificavano il Sig. S.D. quale detentore degli stessi animali dichiarando di non aver nessun documento che dimostrava  né l’origine né provenienza e certificato denominato dal C I T E S per le specie protette. A questo punto scattava il sequestro della fauna e delle testuggine illegalmente detenute, la fauna veniva liberata come previsto dalla legge 157/92 art. 28, e le testuggine sono state affidate a persone autorizzate. Il detentore veniva deferito all’A.G. di competenza per detenzione di animali protetti e uccellagione.
L’ ENPA di Napoli esprime ancora una volta un vivo apprezzamento per l’ottima azione dei CARABINIERI che è sempre presente sul territorio a tutela dalla fauna e ambiente.

2

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *