Ospedale di Caserta: delibera sulla riduzione delle unità complesse.

I SINDACATI DIFFIDANO LA COMMISSIONE STRAORDINARIA, IL DIRETTORE SANITARIO E IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO.

by giovanna paolino

Ennesima vergogna all’Ospedale Sant’ Anna e San Sebastiano di Caserta. Permane lo stato di agitazione di tutto il comparto sanitario e la contestuale denuncia alle autorita’ competenti.
I sindacati tutti hanno diffidato la Commissione Straordinaria , il Direttore Sanitario e il Direttore Amministrativo a seguito della delibera sulla riduzione delle unità complesse dipartimentali e semplici dopo l’indagine della Guardia della Finanza.
Alla base della diffida la decisione della Commissione Straordinaria e del Direttore Sanitario di procedere ad una sommaria soppressione di queste unita’senza tener conto della effettiva utilità delle stesse per l’assistenza sanitaria. Anzi, da quello che si evince ,invece , sarebbero state salvate dall’epurazione alcune unità non indipensabili.
Secondo i dipendenti dell’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano questa delibera sarebbe, ancora una volta, espressione della solita logica di sponsorizzazione che ha portato allo scioglimento dell’Azienda.
L’umore che serpeggia tra i medici e’ di sfiducia e di malcontento . Causa della polemica non e’ la riduzione economica quanto invece l’impossibilità di portare a buon fine un percorso assistenziale per molti iniziato 5 anni fa
Si nota una riduzione delle unita di cardiologia di ortopedia di chirurgia ed di altre che , qualora dovesse diventare operativo l’atto deliberativo, determinerebbero definitivo un blocco dell’assistenza a tutto danno dei pazienti.
I sindacati tutti si sono opposti a questa riduzione discriminatoria chiedendo la immediata sospensione degli effetti della delibera
In alternativa i Sindacati chiedono la soppressione di tutti gli incarichi concessi e la riproposizione a breve di un nuovo atto aziendale che tenga conto delle necessità sanitarie del territorio salvaguardando le professionalità consolidate
Altro punto che ha suscitato le proteste dei sindacati e’ il “merito “della delibera , dalla quale si evince che una delle motivazioni alla base della riduzione degli incarichi scaturisce oltre che dalla Corte dei Conti anche dal fatto che l’Azienda e stata sciolta per camorra.
Come a voler dire che i medici sono implicati nella gestione camorristica .
“Tale asserzione – hanno dichiarato i Sindacati -risulta quanto mai offensiva e lesiva della dignità morale e professionale dei Sanitari”.
Ne vedremo delle belle…..

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *