Palazzi Cirio, il segretario generale della Uil Fpl Vitale incontra la polizia municipale dopo il gran lavoro nella ex ‘zona rossa’: complimenti a tutti per il coraggio e la dedizione

Nel pomeriggio di ieri Il Segretario Generale della Uil Fpl di Caserta, Domenico Vitale, ha portato personalmente i suoi saluti al Comandante della Polizia Locale del Comune di Mondragone David Bonuglia, per il generoso lavoro effettuato da tutto il Corpo, in occasione dei delicati giorni in cui il territorio dei palazzi ex Cirio furono delimitati quali “zona rossa”, per l’improvviso scoppio di un focolaio Covid. Al fine di manifestare l’apprezzamento e la vicinanza dell’Organizzazione Sindacale per il lavoro svolto, insieme al Segretario Generale erano presenti i Dirigenti Sindacali Aziendali Marisa Vanore, Pasquale Simeone e Vincenzo Papa, nonché Celeste Lungo, Responsabile del Patronato Italuil di Mondragone. Per l’occasione, il Segretario Generale Domenico Vitale ha donato al Comandante mascherine da consegnare a tutti gli agenti. «Durante i giorni più complicati della crisi», ha dichiarato il Segretario, «quando telefonavo per informarmi sulle condizioni di lavoro e sugli sviluppi, dall’altro capo del telefono ascoltavo trambusto, sirene e, in diretta, percepivo le difficoltà e la delicatezza della crisi, nonché il coraggio e la dedizione degli addetti. Tutti, nessuno escluso, hanno dato il massimo e continuano a darlo in questi giorni in cui la crisi epidemiologica è comunque presente nella popolazione, ed è necessario quindi non abbassare la guardia. La Uil Fpl, attraversi i propri Dirigenti Locali ed il Segretario Generale, continuerà a seguire gli sviluppi della crisi, ritenendo che l’azione delle Organizzazioni Sindacali, in questi casi, debba essere improntata non all’antagonismo ed alla contrapposizione, bensì alla collaborazione, al procedere uniti nella stessa direzione, mettendo al centro la tutela ed il benessere organizzativo dei lavoratori dipendenti».

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *