“Poveri Cristi”, evento speciale di “teatro in natura”

EVENTO SPECIALE

LA MANSARDA TEATRO DELL’ ORCO,
COMPAGNIA DI TEATRO, PER LE NUOVE GENERAZIONI

in collaborazione con

IL CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE DEL WWF
OASI DEL BOSCO DI SAN SILVESTRO

presenta

“ POVERI CRISTI”

EVENTO SPECIALE DI “ TEATRO IN NATURA”
in occasione del Solstizio d’Autunno

con Gennaro Di Colandrea e Valentina Elia
Direzione musicale Antonio Della Ragione
Musiche dal vivo Antonio Della Ragione (percussioni) Anna Della Ragione (chitarra) Claudia Delli Santi (violino)

Sabato 19 settembre 2015, ore 21.00, nell’ Oasi del Bosco di San Silvestro

Un evento speciale di Teatro in Natura in occasione del Solstizio d’Autunno.
a cura de La Mansarda Teatro dell’Orco in collaborazione con L’Oasi Ambientale del WWF Bosco di San Silvestro. Un nuovo appuntamento di “Teatro in Natura” nella suggestiva cornice del Bosco di San Silvestro. Dopo il successo della rappresentazione tenutasi in occasione del Solstizio d’Estate, ci apprestiamo a dare il benvenuto all’autunno con un nuovo spettacolo, proposto dalla Compagnia MARINA COMMEDIA: CANTI DI POVERI CRISTI, nell’ambito della Rassegna “Teatro in Natura”, ideata da Maurizio Azzurro e Roberta Sandias per la Compagnia “La Mansarda Teatro dell’Orco”.
Lo spettacolo è costruito su versi e canti della tradizione dialettale del Sud (da Roma alla Sicilia): da Jacopone da Todi a Mimmo Borrelli, passando per Russo, Trilussa, Di Giacomo, Viviani, Eduardo, Buttitta, Profazio, Balistreri, Sovente.
“Elemento comune a tutti i protagonisti dei diversi “canti” è l’essere “poveri Cristi”; espressione laica – religiosa che sta a simboleggiare sofferenza, miseria , ostilità, desiderio di morte come liberazione e salvezza, e soprattutto una forte fede , tra il religioso e il laico , nell’amore per tutto ciò che è UMANO, nel senso terenziano del termine: benevolenza incondizionata per il genere umano. La tragedia dell’uomo è affrontata col riso, quello amaro , quello che fa riflettere, con l’ironia che contraddistingue il Sud. Il Sud non solo d’Italia , ma un Sud dell’anima. Il nostro viaggio parte dal primo “povero Cristo” (suo malgrado) Adamo, passando per colui che da il titolo allo spettacolo , fino ad arrivare a storie in versi di “poveri Cristi” più comuni: un pescatore di frodo monco che racconta gli abusi da parte del padre, una donna violentata e accolta dal mare che ne fa un delfino, un uomo che abbandona la sua Sicilia per cercare fortuna nelle miniere di Marcinelle che poi diventeranno la sua tomba, un uomo che prega San Pietro di accoglierlo in Paradiso dopo una vita di Inferno e canti di disperazione, speranza, che sanno di mare, di terra, di campane suonate a morto o a festa.
Ci piace terminare la performance con un canto di gioia, festa propiziatoria, come augurio per una “presta guarigione” dell’uomo!!!”
Gennaro Di Colandrea

Alla fine dello spettacolo Degustazione di vini e piatti tipici.
Prenotazione obbligatoria : 339 8085602 0823/361300- 3291003808 – 347.7974488
E-Mail : laghiandaia.wwf@libero.it
L’Oasi non riceve alcun finanziamento pubblico e si avvale dell’opera preziosa di
molti volontari. I fondi raccolti con le quote d’ingresso, e gli eventi ecc. vengono impiegati per la conservazione e la gestione dell’Oasi. Con la vostra visita, con il vostro evento date un prezioso aiuto economico, morale e ideale all’opera costante dell’Associazione
.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *