Premio Incanto, Mirkoeilcane vince il contest de L’Asino che vola

A Francesca Incudine, tra gli altri, il premio della critica “Piero Calabrese” e quello per la miglior performance. L’arrangiamento va a Valeria Crescenzi

Mirkoeilcane, cantautore romano, è il vincitore assoluto della prima edizione del “Premio InCanto”, il contest de L’Asino che Vola in collaborazione con Bright crew, società di contenuti visivi. A lui è andata una borsa di studio di 1000 euro più il diritto ad aprire il concerto di un big nel locale capitolino. Mirkoeilcane si aggiudica anche il premio Musica Controcorrente che gli consente di accedere direttamente alle finali del concorso e il premio Slam Studio: tre giorni in sala.

Mirkoeilcane è reduce dalla vittoria di uno dei più prestigiosi riconoscimenti nell’ambito della canzone d’autore, il premio Bindi. Il suo primo album, che titola col suo nome, è stato inserito nella rosa dei candidati per la Targa Tenco al miglior disco d’esordio.

Fa incetta di premi anche la siciliana Francesca Incudine, seconda classificata, che porta a casa il Premio della Critica “Piero Clabrese”, quello per la miglior performance, e i riconoscimenti di Musica Controcorrente (accesso alle finali del concorso) e Indigeno Fest.

Il riconoscimento per il miglior arrangiamento va invece a Valeria Crescenzi che, insieme a Ilaria De Rosa, guadagna anche l’accesso diretto alle semifinali del Festival di Ghedi. Mentre ad Aria è stato assegnato il premio Biplano Studio che le permette di usufruire per due giorni di uno degli studi di registrazione più prestigiosi di Roma.

 

A stabilire i vincitori è stata un’ampia giuria di qualità che ieri sera ha preso parte ad una vera e propria maratona musicale: 15 i finalisti (vincitori delle live session della scorsa stagione) per due brani a testa.

Ad esprimere il voto sono stati: Tosca, il produttore discografico Alberto Quartana, il fondatore di Slam Studio Andrea Maceroni, Il direttore della rivista “Vinile” Michele Neri, il patron di Musica Controcorrente Sergio Garroni, la giornalista Rai e critica musicale Elisabetta Malantrucco, la produttrice e direttrice artistica Stella Fabiani, l’autore e compositore Massimo Calabrese, il produttore Steve Lyon e il musicista, arrangiatore Alessandro Canini. In rappresentanza dell’Asino che Vola: Igor la Fontana, direttore artistico e Daniela Esposito, ufficio stampa.

Il premio InCanto, che è stato condotto da Elisabetta Pasca e Ilenia Oliviero,  arriva così alla vigilia della sua seconda edizione che prenderà il via col nuovo anno. Tutte le informazioni su http://www.premioincanto.it.

 Ufficio Stampa de L’ASINO CHE VOLA: Strategie di Comunicazione Daniela Esposito cell. 338. 878 29 83 – strategie.de@gmail.com

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *