Saluti e grazie dal Post

Ciao, domani vi arriverà l’ultima newsletter di notizie sul coronavirus, e poi ci fermeremo per il mese di agosto: a settembre ci aggiorneremo per vedere quale frequenza di informazioni sarà utile allora. È tutto molto fluido e incerto, come sapete, e anche noi cerchiamo di essere duttili e attenti alle necessità. Come abbiamo detto una volta, questa è forse la prima newsletter creata col desiderio di chiuderla presto.

Vi scriviamo più brevemente stasera per ringraziarvi ancora: avete contribuito a un risultato giornalistico eccezionale, rispondendo con grande interesse a una tempestiva intuizione che il Post ebbe a febbraio, già due settimane prima dell’inizio del lockdown italiano. E più in generale, molti di voi hanno poi partecipato a un altro progetto molto promettente, su una scala maggiore, abbonandosi al Post: stiamo cercando di introdurre nell’informazione italiana approcci di accuratezza, chiarezza e rigore che spesso mancano, ed è un progetto in cui più siamo più sono le probabilità di cambiare le cose.

Quindi questo è anche un rinnovato invito – a chi può, a chi vuole, a chi lo trovi giusto – a sostenere il lavoro di buona informazione del Post non solo per quello che riguarda il coronavirus ma anche per molti altri temi in cui spiegare le cose bene è importante. Ci eravamo detti di provare a migliorare, in questi mesi diversi, ci stiamo provando.
Ma grazie a tutti, eh. 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *