Si accettano miracoli: viaggio nei luoghi del film di Alessandro Siani

Ieri tutta la famiglia al cinema… abbiamo scelto un film divertente, da ridere, con lo scopo di trascorrere insieme un pomeriggio rilassante e piacevole. Ed allora come poteva mancare l’ironia di Alessandro Siani con le sue battute scanzonate? Infatti siamo andati a vedere il suo ultimo film “Si accettano miracoli” , una storia semplice, ma molto coinvolgente e, soprattutto con una location affascinante, ovvero tutto il fascino di Sant’Agata dei Goti.

Infatti, “Si accettano miracoli”, il film diretto ed interpretato da Alessandro Siani, è un omaggio alla Campania e ad alcune delle località più belle di questa Regione. Rocca di Sotto, il paese in cui viene spedito il protagonista Fulvio Canfora, interpretato proprio da Siani, ha le splendide sembianze di Sant’Agata dei Goti. Piazza Umberto I, la piazza principale della cittadina, è una delle location principali del set. Per ospitare   le riprese di “Si accettano miracoli” ha cambiato volto ma il fascino di questo luogo è rimasto lo stesso. Nel film compaiono anche altre zone di Sant’Agata dei Goti fuori le mura antiche. All’altezza del ponte di Santa Lucia è stata montata la pompa di benzina dove si svolge una delle scene più divertenti del film. La chiesa di San Tommaso, diretta da Germano (Fabio De Luigi), parroco del paese e fratello di Fulvio, è la chiesa di Minuta a Scala, comune in provincia di Salerno in piena costiera amalfitana. Proprio in questa chiesa si trova la statua del Santo protagonista del “miracolo” che porterà a Rocca di Sotto centinaia di turisti cambiando le sorti della parrocchia, dei bambini della casa famiglia diretta dal parroco e di tutta la piccola comunità i cui componenti hanno i volti di Serena Autieri, sorella di Fulvio e Germano, Ana Caterina Morariu, la ragazza che stregherà Fulvio, Benedetto Casillo e Mimmo Manfredi solo per citare alcuni degli interpreti del film.

Le riprese di “Si accettano miracoli”  hanno interessato anche altri comuni della Costiera Amalfitana, come per esempio Atrani, Ravello, Furore e Conca dei Marini. Si trova proprio in quest’ultimo comune la torre saracena che i protagonisti scorgono dal pullman di ritorno dal mare. Ma nella pellicola compare anche lo splendido Fiordo di Furore. Insomma, Si accettano Miracoli è un vero spot per la Campania e lo stesso Alessandro Siani non ha nascosto in varie interviste la sua intenzione di valorizzare le radici campane ed i posti straordinari di questa terra.

A cura di Matilde Maisto

1 Comment

  1. Avatar
    Lorenzo febbraio 18, 2017

    Mi è piaciuto.. talvolta la semplicità ed il sorriso.. sono un toccasana x la salute.. bene a tutti gli attori anche se non protagonisti.. bravissimi i bimbi. Alessandro erede naturale di Troisi.

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *