Toyota Funari e Lions Club Caserta Vanvitelli a scuola con gli alunni casertani: consegnate le pettorine per sostenere il progetto Piedibus

Consegnate ieri, nel corso di una cerimonia ufficiale al Comune di Caserta, le pettorine catarifrangenti che gli alunni delle scuole elementari di Caserta potranno indossare per raggiungere la propria scuola a bordo del sempre più famoso Piedibus. Attivo in città da circa 10 anni, il Piedibus ha allargato i suoi orizzonti già nella scorsa primavera arrivando anche al V Circolo Didattico, nei plessi di Parco Aranci e Parco Cerasola.

Tantissimi i volontari e le associazioni impegnate attivamente nell’iniziativa che da questo momento vede la partecipazione anche di Toyota Funari che ha adottato il Service proposto dal Lions Club Caserta Vanvitelli, donando 100 nuove pettorine catarifrangenti riportanti i loghi di Piedibus, Lions Club Caserta Vanvitelli, Caserta Città Viva, Comune di Caserta e l’immancabile riferimento all’ibrido Toyota.

Andare a scuola a piedi per contribuire alla salvaguardia dell’ambiente: è questo lo scopo dell’iniziativa Piedibus che negli anni è diventata un vero e proprio strumento di cittadinanza e partecipazione. “Un momento di cittadinanza attiva che aiuta i nostri bambini e il nostro sistema di mobilità” ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino, nel fare gli onori di casa. Le pettorine sono state consegnate al Sindaco nella Sala Giunta del Comune dal Presidente del Lions Club Caserta Vanvitelli, Dott. Michele Piombino, accompagnato dall’Ing. Domenico Ricciardi amministratore unico di Toyota Funari. “Sono felicissimo di poter sostenere insieme ai soci del Club il Progetto Piedibus a Caserta ed in particolar modo per la partecipazione di una azienda che da sempre lavora sul territorio e per il territorio come Toyota Funari – ha detto Piombino – volendo, con spirito di cittadinanza attiva, promuovere la cultura per la tutela del nostro pianeta, condiviso con l’azienda Toyota Funari che è sempre stata sensibile al tema puntando i suoi riflettori sulle auto ibride e sulla mobilità a basso impatto ambientale. Per questo motivo, non poteva non sposare il nostro progetto”.

“Siamo onorati di aver contribuito in qualche modo alla realizzazione di questo progetto – spiega Domenico Ricciardi – la tutela dell’ambiente è un argomento che ci sta particolarmente a cuore, motivo per cui siamo felici che il trend delle auto ibride sia sempre in forte crescita, anche da noi. Un veicolo ibrido è innanzitutto un’auto che rispetta l’ambiente riducendo i consumi e quindi l’emissione di gas inquinanti rispetto alle automobili tradizionali. Il merito va alla presenza del motore elettrico, il cui funzionamento viene supportato dal propulsore a combustione interna. Quest’ultimo ha essenzialmente due funzioni: trasformare l’energia chimica del carburante in energia cinetica e caricare la batteria del motore elettrico”.
Presenti alla cerimonia oltre che ai volontari del Piedibus anche il vicesindaco Francesco De Michele e Virginia Crovella di Caserta Città Viva.
Quello di stamane dunque rappresenta un altro importante passo in avanti sulla strada della mobilità sostenibile sempre più partecipata.

L’Ufficio Stampa

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *