Un successo la mostra convegno “La voce del silenzio” realizzato dall’Amministrazione Comunale di Cancello ed Arnone.

e.a.c. Grande soddisfazione per l’Amministrazione Comunale per  l’ottimo risultato riscosso dalla mostra-convegno “La voce del silenzio – Stop alla violenza” organizzata dall’assessore alla cultura del Comune di Cancello ed Arnone dott.ssa Annamaria Di Puorto e l’associazione Forum Lex, da tempo attiva nella prevenzione e nel contrasto della violenza di genere e nella tutela dei minori, un’associazione no-profit che raccoglie professionisti tra criminologi, forze dell’ordine, avvocati, psicologi, assistenti sociali e sociologi.

 

L’Assessore ha rivestito il compito di moderare e presentare gli ospiti che, man mano, hanno preso la parola per affrontare  lo spinoso argomento. La dott.ssa Di Puorto,innanzitutto, ha portato i saluti del sindaco avv. Raffaele Ambrosca, assente per impegni improrogabili, poi ha ringraziato tutti i relatori, la platea, dopodiché ha passato la parola alla prima relatrice, la prof.ssa Antonietta Pellegrino, Dirigente Scolastico del Liceo Galilei Galileo, la quale ha specificato che,  in realtà, oltre che parlare di violenza sulle donne è necessario parlare di violenza di genere, perché possono essere oggetto di violenza sia donne che uomini, sia giovani che anziani in mille modi diversi. La prof.ssa Pellegrino è rimasta molto contenta per la presenza di alcune sue alunne, che lei considera ‘le mie ragazze’ ed ha precisato che nella sua scuola gli studenti hanno creato un posto vuoto con una sedia rossa per ricordare in ogni momento la violenza che può essere sempre perpetrata dal più forte, dal bullo,  ecc.

Successivamente è stato il momento dell’avvocato Fiorentina Orefice, Referente di Forum Lex per Caserta e Provincia. L’avv. Orefice ha iniziato il discorso precisando che l’evento cadeva in un momento particolarmente ideale per parlare di diritti in quanto il giorno 20 Novembre u.s. ricorreva la Giornata Mondiale del Bambino, con i principi fondamentali della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, tra cui alcuni importantissimi, come: essere un bambino – crescere in libertà – la salute – ricevere una buona educazione – non essere discriminato ecc. e d’altro canto il 25 è la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Tale giornata è stata istituita partendo dall’assunto che la violenza contro le donne sia una violazione dei diritti umani. Tale violazione è una conseguenza della discriminazione contro le donne, dal punto di vista legale e pratico, e rappresenta le persistenti disuguaglianze tra uomo e donna.

La parola è stata poi passata alla dott.ssa Iolanda Ippolito, Criminologa Investigativa e Presidente Forum Lex. L’Asociazione FORUM LEX  è composta da tanti professionisti in rete contro la Violenza di Genere. Ha aperto nella Regione Campania numero 18 sedi territoriali.

Tanti i professionisti in rete delle varie discipline che operano nel settore dedicato alla Violenza di Genere, con uno sguardo attento agli orfani vittime di crimini domestici e a minori disagiati.

La criminologa Iolanda Ippolito ha espresso grande soddisfazione per le numerose adesioni al progetto.  “Tanti i professionisti che hanno accolto l’appello lanciato da FORUM LEX –  dice la Ippolito- per costituire una rete contro la violenza. Li contraddistingue umiltà e forte senso di solidarietà. Hanno aderito alla rete, dagli avvocati agli operatori sanitari passando tra psicologi, assistenti sociali e neoropsichiatra infantili, non dimenticando le numerose adesioni dei colleghi delle Forze dell’Ordine, con la condivisione di esperienza di mezzi e strumenti nel segno della fraternità e con impegno di corresponsabilità in bisogno di tutte le vittime di Violenza. Siamo mossi dalla volontà di agire, dalla consapevolezza che non si può più continuare ad aspettare la concretezza di un disegno di legge, mentre la vita di tante donne e tanti bambini è appesa a un filo. I recenti fatti di cronaca e i numeri che il nostro Paese ha raggiunto per casi di Femminicido e violenze, ci impongono di agire.”

Un’altra preziosissima presenza al convegno “La voce del silenzio” è stata quella della grande artista Annamaria Zoppi. Bellissimi i suoi dipinti esposti alla mostra, in occasione dell’evento. Io non sono di molte parole – ha detto Annamaria Zoppi – sono i miei dipinti a parlare per me e sono sempre un grido contro la violenza: aborto – violenze di genere – bullismo – pedofilia. In effetti i suoi quadri parlano per lei e raccontano la sua immane sensibilità e la volontà di mettersi sempre in gioco per aiutare chi si trova in difficoltà.

Concludo con una personale riflessione: intanto è stato un convegno eccezionale ma io penso che il vero coraggio femminile non nasca dalla temerarietà, ma dal cuore. E’ la forza dell’amore che da alle donne il coraggio di affrontare ogni sfida, di avventurarsi in spazi inesplorati. In nome dell’amore una donna decide quale vita vuole vivere, sceglie con quale persona vuole stare, si sacrifica, dona se stessa e segue la sua passione. Ed allora ben vengano donne come Di Puorto, Pellegrino, Orefice, Ippolito, Zoppi perché con il loro cuore ed il loro coraggio rappresentano: LA FORZA DEL FEMMINILE.

Grazie a tutte!




 

 

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *