Un viaggio nella contea della Scania

Lo Skåne (in italiano Scania) è la contea più meridionale della Svezia. Confina a nord con le contee di Halland, Kronoberg e Blekinge, ad est, ovest e sud con il mar Baltico e con lo stretto di Öresund/Øresund.

Storicamente la provincia dello Skåne faceva parte della Skåneland che, assieme allo Jutland e ad alcune isole nella Svezia meridionale costituivano la Danimarca. Successivamente al trattato di Roskide del1658, la Terra di Scania divenne un possedimento svedese.

La lingua ufficiale è lo svedese, ma gli abitanti dello Skåne conoscono e parlano un dialetto molto simile al danese chiamato Skanska. Talvolta questo dialetto è difficile da comprendere persino per gli stessi svedesi che provengono da zone diverse dallo Skåne.

Malmö e Lund rappresentano i centri culturali della Scania e sicuramente due dei più importanti della Svezia. Degne di nota e visita sono le imponenti cattedrali ed i musei. Le forme e le strutture dei palazzi antichi hanno influenze barocche e gotiche.

Dal 1666 la città di Lund ospita anche una delle più antiche università della Svezia, Lund Universitetet.

Il Turning Torso è un grattacielo residenziale di 54 piani, alto 190 metri e situato nella città di Malmö. E’ un’opera dell’architetto spagnolo Santiago Calatrava e rappresenta l’edificio residenziale più alto della Svezia.

grattacielo-malmo

Dalla città di Malmö potrete prendere il famoso ponte di Öresund per giungere a Copenhagen, in Danimarca. Il ponte, inaugurato nel 2000, è lungo 15,9 km. È il più lungo ponte strallato d’Europa adibito al traffico stradale e ferroviario con una campata centrale di 490 m.

Nella contea dello Skåne si trovano ben tre Parchi nazionali: quello di Stenshuvud, di Dalby Söderskog, e di Söderåsen.

Cosa aspettate ad organizzare una visita a Lund o prenotare un soggiorno nella città di Malmö ? Se ancora non vi ho convinte, guardate questo video che presenta tutte le meraviglie che troverete durante un viaggio nello Skåne.

 ALCUNE FOTO:

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *