UNPLI Caserta in tour

Al via da domani domenica 5 luglio, il ciclo di visite dell’Unpli di Caserta nelle cento Pro Loco dei vari comuni.

Un tour promosso dal Comitato provinciale presieduto da Maria Fiore che toccherà settimanalmente anche i sodalizi casertani non iscritti all’Unione nazionale delle Pro Loco d’Italia al fine di consentire una maggiore sinergia ed integrazione tra le diverse associazioni che lavorano durante l’anno a favore del territorio di riferimento.

Il calendario coordinato dalla responsabile del progetto e consigliera provinciale Letizia De Crosta, partirà da domani con la visita alle Pro Loco di Letino e Gallo Matese, i cui responsabili guideranno la delegazione provinciale alla scoperta della propria realtà e dei rispettivi borghi cittadini pieni di cultura, fascino e storia.

“Questi incontri hanno lo scopo di avvicinare le Pro Loco, iscritte e non iscritte, al mondo Unpli, – spiega la presidente provinciale Fiore – portando alla loro conoscenza le possibilità e i vantaggi che derivano dall’essere associati all’Unpli stessa”.
Gli obiettivi del ciclo di incontri sono la visibilità delle attività delle pro loco; la divulgazione del patrimonio culturale esistente in ogni comune casertano; il monitoraggio sul tipo di vocazione di ogni singola pro loco, finalizzato ad una migliore, valida e sostenibile, proposta progettuale da parte dell’Unpli Caserta, all’interno dei tavoli istituzionali che si andranno a creare, ivi compreso il Ptl della provincia di Caserta contemplato dalla normativa regionale vigente.

Tali obiettivi saranno perseguiti grazie ad una puntuale divulgazione a mezzo canali informativi attivati attraverso l’ufficio stampa Unpli Caserta.

“Le visite saranno predisposte su un giorno a settimana, quasi sempre la domenica, – illustra nel dettaglio la responsabile De Crosta – e riguarderanno 3 Pro Loco, territorialmente attigue, definite come da calendario. Ogni Pro Loco organizzerà una visita guidata presso siti di interesse storico-archeologico, naturalistico o anche aziende aventi una particolare vocazione; la visita guidata dovrà durare massimo un’ora, per permettere al comitato di completare il tour giornaliero in tempi utili. Sarà fondamentale che le Pro Loco oggetto di visita del Comitato comunichino e collaborino tra loro per organizzare visite con l’ausilio di accompagnatori scelti tra i soci stessi; se le Pro Loco lo desiderano, potranno organizzare un piccolo stand dove presentare i loro prodotti tipici, lo stand potrà presentare altresì i prodotti di artigianato che più caratterizzano la vocazione del territorio cui la Pro Loco fa riferimento; le Pro Loco coinvolte nel tour, forniranno, di volta in volta, il loro programma giornaliero, redatto secondo le proprie esigenze e necessità, informando preventivamente il Comitato Provinciale tramite posta elettronica”.

Altro scopo dei vari appuntamenti che si terranno da qui fine anno nei vari comuni di Terra di Lavoro, come ci svela la presidente Fiore, sarà “la programmazione e la pubblicazione di una calendario unico di eventi delle Pro Loco casertane e di itinerari turistici dell’intera provincia, alla quale il Comitato intende dare corpo”.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *