Venerdì 18 Marzo alla Vaccheria l’inaugurazione de “Il Bozzolo”

IL BENE CONFISCATO ALLA CRIMINALITA' SARA' CENTRO DI ACCOGLIENZA

1

Città di Caserta

Ufficio Stampa

 

Venerdì 18 marzo alle ore 10,00, nella frazione Vaccheria, si svolgerà l’inaugurazione del centro d’accoglienza “Il Bozzolo”, realizzato dal Comune di Caserta in un immobile confiscato alla criminalità organizzata. Alla breve cerimonia, con il Commissario Straordinario Maria Grazia Nicolò, interverranno il Prefetto del capoluogo Arturo De Felice ed il Prefetto Matteo Piantedosi, Autorità di Gestione del P.O.N. Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d’Italia ed il Vescovo Mons. Giovanni D’Alise che procederà alla benedizione della struttura.

Il Bozzolo, riqualificato dal Comune di Caserta con risorse finanziarie (circa 350.000 euro) del PON FESR “Sicurezza per lo sviluppo” – Ob. Convergenza 2007 – 2013, nell’ambito dell’Obiettivo Operativo 2.1., sarà destinato a centro di accoglienza per immigrati extracomunitari richiedenti asilo o titolari di protezione internazionale e protetti umanitariamente.

L’immobile è un bene confiscato alla criminalità organizzata, poi trasferito dalla Direzione Centrale del Demanio al patrimonio indisponibile del Comune di Caserta.

Il progetto di riqualificazione ha permesso di intervenire sulla struttura, che versava in uno stato di abbandono ed era stata oggetto anche di atti vandalici, con  lavori di adeguamento, finitura ed allestimento tali da renderlo idoneo alla finalità prevista e cioè ad ospitare i rifugiati e le attività di orientamento e assistenza che saranno espletate in loro favore.

L’edificio sarà infatti destinato (al 1° e 2° piano) ad alloggio temporaneo dei rifugiati, mentre al piano terra saranno offerti servizi di assistenza ed orientamento oltre che il servizio mensa. I terrazzi esterni, mediante fornitura di idonei arredi, saranno destinati ad attività ricreative.

La struttura di circa 350 metri quadrati oltre a circa 80 metri quadrati di terrazzi, ha una capacità di accoglienza di 19 posti letto per un periodo di permanenza non superiore a 90 giorni e comunque in conformità alle normative vigenti.

 

Caserta, 17 marzo 2016

L’Ufficio Stampa

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *