Volalto, Maria Sofia Negro e Nives Palmese sono state convocate per uno stage interregionale

 (Antonio Luisè) – Ancora belle notizie in casa Volalto. Maria Sofia Negro e Nives Palmese sono state convocate per uno stage interregionale che si terrà a Napoli presso la palestra Ivan Meriggioli in via Argine Nord.
Il raduno partirà Domenica 3 e si concluderà martedì 5 maggio e nel corso del quale i tecnici delle nazionali giovanili, Galli e Maghella, visioneranno le migliori atlete 2000/2001 di tutto il sud Italia.
Maria Sofia Negro è una palleggiatrice classe 2000. Nativa di Salve in provincia di Lecce milita nella Volalto Aversa di coach d’Aniello in serie C, team con il quale sta lottando per centrare la qualificazione ai play promozione in B2. Nives Palmese è, invece, del 2001 gioca come schiacciatrice nelle formazioni under 14 e under 16 allenate da coach Delle Femmine e Rossella Ricci.

“ Complimenti ai nostri tecnici e, ovviamente, un grosso in bocca al lupo a Negro e Palmese – le parole del presidente dimissionario , Agostino Barone – Mi auguro che questa sia solo la prima di una lunga serie di convocazioni con la maglia azzurra. Dopo la chiamata della Gabbiadini per un raduno con la nazionale di beach, arriva anche questo ennesimo riconoscimento per il nostro settore giovanile da sempre florida e solida base su cui si poggia tutto il movimento rosanero”.
“ La bontà del nostro lavoro e della Volalto tutta fa vedere i suoi frutti più belli – afferma, invece, il direttore tecnico Pasquale d’Aniello – siamo molto contenti. La convocazione di nostre due atlete per questo si importante concentramento è la prova di quanto prezioso sia il nostro lavoro e di come florido sia il nostro settore giovanile. Palmese e Negro avranno la possibilità di confrontarsi con le migliori atlete del sud Italia ed essere seguite da tecnici nazionali quali Galli e Maghella. Insomma sarà una tre giorni molto intensa per loro”.
Una tre gironi che vedrà Napoli capitale del volley giovanile di tutto il sud Italia.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *