VOLLEY Federica Lisi torna a Napoli con lo spettacolo per ricordare Vigor Bovolenta

“Sarà una serata di amicizia, sport e lacrime”. Lunedì 23 novembre al palazzetto di Cercola alle ore 19
“Sarà una sera di amicizia, sport e soprattutto tanta pallavolo” così Federica Lisi si immagina l’evento di lunedì 23 novembre al Centro Fipav di Cercola, alle ore 19. Uno spettacolo “IoeLei” scritto e interpretato con Pia Tuccitto. Per vincere la malinconia dalla perdita del grande amore di una vita: il marito Vigor Bovolenta, ed andare avanti con grinta e determinazione: “Adesso più che mai sono innamorata della vita. Il grande dolore che mi porto dentro è un fatto mio. Non mi lascerà mai, e sto cercando di trasformarlo in qualcos’altro”.
Lunedì, dopo tanti anni, riceverà di nuovo l’abbraccio di Napoli: “Sono pronta. Usciranno fuori tante lacrime, è giusto che sia così. Da quando è successo, tutti vogliono farmi sentire il grande affetto che hanno nei mei confronti. E questo è il grande miracolo che è in grado di fare la famiglia della pallavolo. Per anni non ci si incontra e non ci si vede e poi, all’improvviso compaiono di nuovo tutti per sommergerti d’amore. Così come quando è squillato il telefonino e dopo 18 anni ho sentito di nuovo la voce di Rino Improta, ex presidente del Centro Ester”, che ha organizzato questa serata con l’aiuto di tutta la Fipav Campania.
IL REDDING Si chiama ioelei, sul palco con Federica Lisi c’è Pia Tuccitto. Per quest’ultima una vita insieme a Vasco Rosso. Le artiste alterneranno letture tratte da “Noi non ci lasceremo mai” (il libro scritto da Federica con Anna Cherubini – Ed. Mondadori 2013) ai brani musicali scritti da Pia in oltre vent’anni di carriera, creando un’incredibile assonanza di emozioni.
“Per una sera voglio sentire l’affetto di Napoli e di tutta la Campania, speriamo arrivino tutti gli appassionati del volley” conclude Federica Lisi.

LA STORIA Un amore che durerà per sempre. Protagonisti Federica Lisi e il compianto Vigor Bovolenta, il pilastro della nazionale italiana di pallavolo, scomparso improvvisamente e prematuramente il 24 marzo di tre anni fa.
La cartolina di Napoli da sfondo all’inizio della relazione. Lei regista del Centro Ester Napoli di Keba Phipps, che sfiorò la finale scudetto e lui che conquistava spazio nell’Italia dei fenomeni.
Due ragazzi come tanti. Due campioni dello sport. Quattro figli, tanta gioia e poi il buio per un maledetto defibrillatore assente sul campo da gioco.
Federica non si arrende. Il quinto figlio arriva con papà Vigor già scomparso. Lavora alla Fipav di Ravenna e con la cantautrice Pia Tuccitto, per una vita in sodalizio artistico con Vasco Rossi, crea il progetto: “Io e lei” .

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *