Web-Film/”Dancing dream – Il sogno di mia madre”

GRAZIE AL “NO LIMITS LOUNGEBAR” IN PIAZZA FERROVIA SI GIRA A MARCIANISE LA SECONDA TAPPA DELLA WEB SERIES CON BALLERINI LOCALI

MARCIANISE – Sarà il “No Limits LongeBar” in piazza Ferrovia ad ospitare, domenica prossima 15 Marzo 20015, non stop dalle ore 9 alle 17 la seconda tappa della web series sul ballo e la danza collegata al concorso nazionale di “Dancing Dream: Il sogno di mia madre”. Una storia avvincente di una giovane ragazza che insegue il sogno che la madre morta aveva per lei diventando con sacrificio, giorno dopo giorno, una ètoile.
Il noto locale – gestito dalla famiglia Liottto che si è impegnata direttamente assieme all’amministrazione comunale con il sindaco Tonino De Angelis, che opera per la valorizzazione dei nostri giovani e del territorio nonché l’assessore Gaetano Madonna, per l’ottima riuscita dell’evento e per ottenere tutte le autorizzazioni del caso – farà da splendida location al secondo episodio di fiction che sarà visibile sulla web tv. La giornata vedrà, insieme all’ emergente ballerino marcianisano, Paolo Liotto titolare del locale di piazza Ferrovia, ragazzi e ragazze del posto montare coreografie e ballare al fine di trasmettere la cultura ed il fascino dei luoghi attraverso parole e movimento.
Il tour organizzato da Alessio Mataldi con la direzione artistica di Enzo Fasoli è prartito da Presenzano, l’8 marzo, dove è stata girata la prima tappa della mini serie grazie al “Media Dab” di Domenico Barilari, che ne cura la produzione e distribuirà Dancing Dreams non solo sulle diverse piattaforme tv del digitale terrestre, ma anche a mezzo di Youtube tramite il canale Media Dab. Il film avrà grandi scenari con un finale a cui prenderanno parte circa cinquecento ballerini. “Parleremo nel film – ha detto Barillari – dei nostri luoghi, portandoli nel mondo ed aprendo le porte dello stesso ai borghi più belli d’Italia: parleremo di arte, cultura e persone che esprimeranno la bellezza di Marcianise”.

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *