Welcome Trueart – La piattaforma online per artisti contemporanei approda al Museo Pan

Il Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo – e il Museo PAN – Palazzo Arti Napoli – presentano il primo evento della nuova piattaforma artistica TrueArt dal titolo “IN THE ROOM”.
TrueArt inaugurerà la propria nascita con un vernissage il 7 Aprile 2015 ore 13:00 / 19:30 e l’8 aprile 2015 ore 9:30 / 19:30 presso le sale del Museo PAN in via dei mille 60, Napoli. Lo spazio ospiterà le performance del cast artistico, ad ora selezionato dall’ideatrice della piattaforma Alessandra Mai, gli artisti sono i seguenti: Nicola Piscopo, Giovanni Anastasia, Davide Nicosia, Alice Tani, Luca Evangelista, Noemi Priolo, Mariarita Renatti, Roberto Iodice, Leandro Centore e Alessandra Mai.
IN THE ROOM si mostra nella sua prima tappa nella città di Napoli, ciò che viene visto è al limite tra il reale e il virtuale, il portale propone una visione del rapporto tra artisti e pubblico abbastanza interessante e interattivo. L’evento riporterà all’occhio del passante un’attenzione diversa dal suo quotidiano. Lo spazio artistico si mostrerà nudo ed intimo, ogni artista eseguirà una performance diversa raccontandosi in modo delle volte bizzarro ma sicuramente genuino. Nelle sale del Museo si potrà respirare aria di casa e restarne coinvolti, catturati,affascinati. Ciò che avverrà lo si scoprirà solo passeggiando tra le stanze, ogni azione, gesto, sarà spontaneo e naturale ogni sensazione generata sarà frutto di un percorso artistico vissuto dal pubblico e partorito dal talento della vera arte. Ciò che si osserverà l’attimo prima potrà cambiare totalmente l’attimo seguente. IN THE ROOM pur vivendo in uno spazio statico è al proprio interno dinamico, le performance generano a loro volta altre performance, ciò che verrà mostrato sarà in continua mutazione. Il sette aprile inizia la storia, l’otto aprile la storia continua. L’evento andrebbe vissuto entrambi i giorni per non perdersene gli attimi, come un film che ti trattiene seduto su una sedia fino ai titoli di coda.
Quest’evento è solo il primo della nuova piattaforma artistica. TRUEART è un progetto nato due anni fa e che prende vita quest’anno con il suo portale online per artisti contemporanei. E’ una piattaforma virtuale e interattiva, sarà possibile vedere le opere degli artisti, i loro video, leggere le loro poesie, ascoltare la loro musica ed altro ancora. Potrai partecipare alla loro vita quotidiana, sentire interviste alla radio e collaborare con loro. Si tratta di un vero è proprio mondo digitale che racconta al suo interno la vita di ogni singolo artista e permette agli spettatori di gustarsi l’arrivo della creazione.
Il suo scopo è quello di mostrare all’intero mondo l’arte contemporanea dei nostri tempi, mettere in luce quel talento che si aggira di nascosto e che non tutti ne verranno, altrimenti, mai a conoscenza. Ciò che farà TrueArt sarà dar seguito all’arte cercando di darle spazio all’ora di pranzo nelle case di tutte le famiglie del mondo, far si che sia di compagnia in un viaggio in treno, la mattina in ufficio, la notte quando non si riesce a dormire, che tiri su di morale dopo una giornata andata storta.
Oggi la massa segue ciò che i media gli presentano, prestando attenzione per ogni trasmissione, ricordano a memoria ogni nome e relazione che passa in tv e fanno di una telenovela il racconto delle loro giornate e i talenti sognano di poter vincere un concorso televisivo, perché sembra l’unica strada possibile da percorrere per mostrare il proprio talento; e alle donne e gli uomini il racconto che passa alla tv sembra essere l’unico vociare che unisce, addirittura, intere famiglie. Se la massa segue i media allora noi ne offriamo uno più vero e profondo e ai talenti diamo una strada migliore da percorrere.
L’evento inaugurato da TrueArt potrà essere anche un’occasione per artisti, i quali potranno candidarsi per poterne fare parte; la piattaforma porterà avanti per quest’anno solo 5 artisti per disciplina. Il 7 e l’8 aprile oltre agli artisti potranno candidarsi modelli disposti a posare per l’arte, ed inoltre saremo lieti d’invitare, come pilastro portante della piattaforma, figure professionali del settore (galleristi, discografici, autori, curatori d’arte, critici d’arte, editori, radiofonici, produttori).
Gli Artisti non sono supereroi ma sono eroi per la loro anima; gli Artisti non sono alieni ma si alienano dalla società perché di sensibilità diversa; non sono razzisti ma sono di razza pura; loro non sono militari ma militano per rendere la vita speciale; gli Artisti non sono figure politiche ma fanno politica con ogni loro creazione; non sono avvocati ma non mancano di denunciare cosa gli accade intorno; non sono giornalisti ma di sicuro fanno notizia; non sono medici ma medicano le loro ferite meglio di chiunque altro; probabilmente non conoscono la psicanalisi ma sono capaci di tenere in terapia un’intera nazione; non sono predicanti religiosi ma predicano più di chiunque altro, non mostrano di credere, loro credono; non sono matti ma capaci di far impazzire chiunque; non sono degli ingegneri ma pilastri portanti di molti edifici, probabilmente non vivono nel lusso ma solo perché è un termine povero per definire ciò che hanno e ciò che sono; non sono star televisive ma di sicuro sono star del cosmo; non sono miracolosi ma sicuramente generano miracoli della natura; delle volte non sono quelli che credete che siano perché voi non siete quelli che credono che possano Essere senza credere che siano altro che volete che siano.
Tutto quello che puoi fare è lasciarti trasportare dall’Arte. Lasciarsi andare è una piacevole sensazione, come se il tuo corpo fosse steso in un tubo avvolto dall’acqua, e mentre l’arte fa da sottofondo, scivoli senza fermarti, sereno. Vivi quella sensazione di adrenalina che non aumenta e non diminuisce, resta ferma al punto giusto, lasciandoti quei brividi lungo la schiena e poi dietro il collo per ritornare sulla schiena, e scivoli ancora di più e l’acqua continua ad avvolgerti accarezzando l’intero corpo mentre liberi la mente e ti inebri del profumo dell’Arte.

3

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *