“LE PAGINE DELLA NOSTRA VITA”. Una poesia di Matilde Maisto dedicata all’amato marito Gianni Cacciapuoti.

 LE PAGINE DELLA NOSTRA VITA

Siamo giovani, spensierati,

abbiamo il mondo nelle nostre mani

non c’è nulla che ci impedisce

di realizzare i nostri sogni.

La vita ci riserva una

sinfonia d’amore

ricca di dolci melodie e di felicità.

 Le pagine della nostra vita

sono semplici, lineari

non ci sono scossoni

che possano impedire il nostro amore

 Per lunghissimi anni, viviamo solo di noi,

siamo amici, siamo coniugi, siamo amanti,

siamo tutto l’uno per l’altro

Ma un bel giorno… anzi un brutto giorno

l’ombra perversa di una stagione infame,

è calata lentamente,

come il più torbido dei destini sulle nostre illusioni,

depredandole dell’armonia… e facendo strame delle nostre certezze,

ha spezzato gli avanzi del tempo

e li ha seppelliti lungo i silenzi di un tempo sconosciuto.

 E la mia vita è inciampata nel tramonto…

Il mio mondo si è piegato improvvisamente,

come l’angolo della pagina di un libro,

il buio improvviso, ha interrotto la lettura dell’Amore,

che per anni aveva condotto per mano, le nostre esistenze perfette,

la mia e quella di Gianni…

l’uomo della mia vita, l’uomo buono che aveva spento le avversità

 e reso la mia metà del cielo, un incredibile luminoso divenire.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *