La Svizzera dei clan

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

L’Ordine dei giornalisti della Campania ha emanato un comunicato che riportiamo: “L’OdG è al fianco dei giornalisti Salvatore Minieri ed Enzo Palmesano, e lo sarà in ogni sede, dopo il violento attacco di Emiliano Sanges, presidente della cooperativa Apeiron che a Pignataro Maggiore, in un convegno presso la Villa confiscata ad Antonio Abbate del clan Lubrano, li ha definiti mafiosi per avere scoperto e pubblicato i documenti che attestano un partenariato tra Apeiron e una cooperativa gestita dalla moglie del boss Gaetano Lubrano. Ci auguriamo che magistratura e forze dell’ordine, oltre a tutelare i colleghi, facciano presto luce sui rapporti svelati dai giornalisti Minieri e Palmesano“. Intanto continuano le polemiche che creano molto sconcerto tra le forze che dovrebbero essere in prima fila nella lotta per la legalità democratica. Da un lato, una coop sociale che gestisce beni confiscati alla camorra, che nel passato ha fatto degli errori con protocolli e progetti, che sarebbe opportuno venissero riconosciuti. Dall’altro, abbiamo dei giornalisti che da tempo sono esposti sul fronte anticamorra, che a loro volta utilizzano tecniche discutibili, come quelle di ricorrere a pseudonimi nelle loro denunce. Anche da parte loro si richiede maggiore trasparenza ed etica professionale quando si toccano argomenti così delicati. In ogni caso ci preme sottolineare che queste vicende, queste polemiche vanno chiarite in quanto non aiutano il fronte di mobilitazione delle forze sane nella battaglia contro le camorre, soprattutto quando coinvolgono coop sociali aderenti a Libera, Comitato don Diana e Lega delle Cooperative. A tal fine sarebbe utile organizzare a Caserta un luogo di confronto e di approfondimento per mettere a fuoco l’esperienza dell’uso sociale e produttivo dei beni confiscati alla camorra, che finora viene considerato come una sorta di “modella casertano” a livello nazionale ed europeo, anche con il coinvolgimento di enti ed istituzioni come il consorzio Agrorinasce, delle organizzazioni sindacali e datoriali, del FTS Casertano. Pasquale Iorio Le Piazze del Sapere, Caserta 20 luglio 2021

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *