9° pellegrinaggio al Santuario di Vicoforte

Associazione Internazionale Regina Elena

L’Associazione Internazionale Regina Elena organizza tradizionalmente due pellegrinaggi annuali, oltre a numerose visite, al Santuario Basilica di Vicoforte: il 5 aprile, nell’anniversario della consegna della “Rosa d’oro della Cristianità” nel 1937 alla Regina Elena, conferita da Papa Pio XI, ed il 28 novembre, nella data del suo richiamo a Dio nel 1952 e della fondazione del sodalizio nel 1985. Nel 2020, a causa della pandemia, il primo è stato spostato al 23 agosto, alla presenza delle LL.AA.RR. la Principessa Reale Maria Pia di Savoia (per la prima volta sulla tomba dei nonni) e il Principe Sergio di Jugoslavia (rispettivamente Presidente onorario e Presidente del sodalizio presente in 56 Paesi), ed il secondo è stato rinviato al primo giorno in “zona gialla”, il 12 dicembre.

L’11 maggio 2021 è stata una giornata molto significativa. Dopo l’inaugurazione, alla presenza di molte importanti personalità, della mostra “Alle radici del Risorgimento: due fratelli sul Trono di Sardegna: Vittorio Emanuele I e Carlo Felice”, nella bellissima e prestigiosa cornice della Palazzina di Caccia di Stupinigi, di proprietà della Fondazione Ordine Mauriziano e diretta dalla Dr. Marta Fusi, l’Associazione Internazionale Regina Elena OdV ha organizzato il suo IX Pellegrinaggio presso la Basilica di Vicoforte.

Lo splendido Santuario “Regina Montis Regalis” di Vicoforte fu eretto nel 1590 per volontà del Duca di Savoia Carlo Emanuele I, come luogo di sepoltura della sua Casa dopo il trasferimento paterno della    capitale ducale da Chambéry a Torino.

Come ogni 5 aprile ed ogni 28 novembre, l’Associazione Internazionale Regina Elena Odv ha consegnato più di tre tonnellate di generi alimentari di prima necessità e molti altri aiuti umanitari.

Le operazioni di scarico del camion, pervenuto direttamente da Modena, sono avvenute alla presenza di S.A.R. il Principe Sergio di Jugoslavia, Presidente Internazionale dell’associazione, del Presidente    nazionale, Gr. Uff. Ilario Bortolan, del Vice Presidente e Delegato Nazionale agli Aiuti Umanitari, Dr. Alberto Casirati, dei Delegati nazionali Carmen Cadar, Milo Ferrua ed Alfio Torrisi, dal Portavoce del Coordinamento Sabaudo, dal Presidente del Centro studi “Principessa Mafalda”, dal Vicepresidente del Centro studi “Vittorio Emanuele II”, dal Segretario Nazionale dell’Istituto della Reale Casa di Savoia, dal Vicepresidente dell’Opera Principessa di Piemonte. Erano presenti la Rev.ma Madre Generale della Congregazione delle Suore Carmelitane di S. Teresa di Torino, Madre Maria Amabile di S. Giuseppe, con la Superiora della comunità di Mondovì, Suor Roberta, e con una Suora proveniente del Madagascar, il Delegato vicario per la Lombardia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di S. Giorgio, Nob. Dr. Giuseppe Rizzani, e diversi amici del sodalizio proveniente da Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Sicilia e Monte Carlo. Una folta delegazione si è raccolta per una meditazione spirituale guidata dal    Reverendo Rettore con una preghiera letta da Milo Ferrua. Poi la Reverendissima Madre Generale ha letto la preghiera composta per l’Associazione Internazionale Regina Elena nel 1990 dal suo Patrono, S.E.R. Mons. Bertrand Lacaste, Vescovo emerito d’Oran. Ha concluso il momento commovente la deposizione, da parte delle Suore, d’un omaggio floreale ai piedi della tomba della Regina Elena.

Dopo una preghiera personale, tutti hanno raggiunto la parte superiore del Monastero per accogliere il TIR proveniente da Modena. E’ seguita la distribuzione di oltre 33 quintali di viveri e di aiuti umanitari.

Il Presidente dell’Associazione Internazionale Regina Elena Odv, Ilario Bortolan, ha dichiarato:

“Oggi, siamo al Santuario Basilica della Natività di Maria Santissima di Vicoforte con oltre 33 quintali di viveri ed aiuti umanitari che saranno distribuiti dopo l’omaggio alla Regina Elena, sepolta dal 15 dicembre 2017 nel Mausoleo sabaudo, accanto al consorte.

In questo tempio, già nel 1682, risuonò l’invocazione “Regina Montis Regalis, ora pro nobis”.

Ringraziamo per l’accoglienza il suo Rettore, don Franco Tarò, e rivolgiamo un pensiero a chi ci ha preceduto nella vita eterna recentemente: il mio Vice Presidente nazionale, Cav. Gr. Cr. Dino Maddalena, il Vice Presidente nazionale del nostro Comitato per le celebrazioni delle quattro Guerre d’Indipendenza Italiane (1848-1918), Gen. B. (r) Vito De Caro, Mons. Bartolomeo Bessone, Parroco di Dogliani e già Rettore del Santuario. Rinnovo le nostre più sentite condoglianze alle loro famiglie.

Ringrazio per la loro presenza il nostro Presidente Internazionale, la Rev.ma Madre Generale, tutte le delegazioni ed i dirigenti, in particolare gli amici del modenese guidati da Deanna Gabrielli.

La solidarietà è cambiata ma nel senso del maggior coinvolgimento. Sono aumentati i giovani che si sono uniti a noi per fare del bene, anche se l’impegno si è concentrato nei quartieri, nelle città o nei comuni d’appartenenza, per rispettare le limitazioni alla mobilità imposte dalle misure anti Covid-19. L’associazione s’è mobilitata sin dall’inizio dell’emergenza, il 10 marzo 2020, ed ha incrementato i “pasti itineranti” per le persone anziane isolate, insieme alla diffusione di prodotti utili per l’igiene e per proteggersi dal contagio, come mascherine e gel igienizzanti. Complessivamente, il sodalizio ha incrementato gli aiuti alle persone in situazione di bisogno, aumentando del  40% l’aiuto alle famiglie.

L’associazione ha fatto rete con tante altre persone, perché «Nessuno si salva da solo».

In un anno così difficile, vogliamo mostrare a tutti un segno d’unità e di speranza: dalla crisi si esce con la carità concreta, sobria ed esercitata direttamente a favore di chi ha bisogno”. 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *