A.N., 32 anni, denunciato per detenzione di fauna protetta: 7 cardellini ed un lucherino sequestrati.

CASALNUOVO (NA).

I Carabinieri Forestali della Stazione di Marigliano guidati dal M.llo Alessandro Cavallo e le Guardie Venatorie e Zoofile della LIPU, coordinate dal Cav. Giuseppe Salzano hanno proceduto al controllo dell’attività di allevamento a scopo amatoriale di fringillidi, del trentaduenne, autorizzato dalla Provincia di Napoli nel 2014.

Nel locale destinato all’attività, vi erano una quindicina di coppie di uccelli regolarmente registrate e dichiarate in fase di riproduzione. Dal controllo è emerso che l’allevatore deteneva, in altre gabbie, 7 cardellini ed un lucherino privi di anellini identificativi e documentazione giustificativa del possesso e della provenienza.

Gli otto uccelli sono stati sequestrati e trasferiti al Centro Recupero Fauna Selvatica presso l’Ospedale Veterinario dell’ASL NA1 al Frullone, dove seguiranno un ciclo di riabilitazione alla vita selvatica prima di essere liberati. L’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nola.

“Questo è’ un vecchio trucco del mestiere, di chi il mestiere lo fa in modo sporco: si applicano anellini degli allevamenti autorizzati agli uccelli catturati da bracconieri ed uccellatori senza scrupoli – afferma l’Avv. Fabio Procaccini, Delegato di Napoli della LIPU – Lega Italiana Protezione Uccelli di Napoli – così facendo si fanno passare gli uccelli predati illegalmente per nati in allevamento. Con questo escamotage si incrementa il traffico di fauna protetta. All’uomo – conclude Procaccini – sarà revocata l’autorizzazione all’allevamento”.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *