AA&S CENTRO ESTER BASKET, ACCORDO CON LA GUARDIA RICCARDO FIORE

AA&S CENTRO ESTER BASKET,  ACCORDO CON L’ESPERTA GUARDIA RICCARDO FIORE

“Pronti per regalare ai nostri tifosi i traguardi sognati da sponsor e società”

 Riccardo Fiore e AA&S Centro Ester Basket arriva un matrimonio che ha tutte le premesse per essere felice e vincente. “Avere obiettivi così ambiziosi-spiega l’esperta guardia- dà sicuramente una marcia in più a quelle che sono le nostre motivazioni già prima che inizi la stagione”. Dopo l’annuncio dell’accordo con lo sponsor che ha posto come obiettivo la serie A in cinque anni, adesso si comincia a creare il roster che dovrà superare il primo degli ostacoli posti lungo il cammino verso il traguardo finale.

“E’ una piazza che si è messa in mostra con progetti ambiziosi condivisi con tanto entusiasmo. Ho accettato senza indugiare di fare parte del prossimo AAA&S Centro Ester e di raggiungere con questa maglietta obiettivi importanti” prosegue Riccardo Fiore.

“Riccardo Fiore, guardia, nato nel 1985 per 182 cm di altezza. Vanta una vasta esperienza in giro per la Campania. Dal Pontano Napoli al Centro Ester passando per Monte di Procida, Mugnano, Parete e Mondragone fra le tappe più importanti. Ingegnere biomedico, lavora all’ospedale Moscati di Avellino “Questo è un ambiente che ti dà stimoli per fare bene e dare il meglio ogni settimana” sottolinea.

Per lui il Centro Ester non ha segreti: “Ho giocato contro volti storici della società come Agostino Romano e Gennaro Scala. Conosco anche coach Francesco Monteleone, non mi ha mai allenato in campionato ma abbiamo fatto insieme l’All Star Games. Lui dirigeva i ragazzi selezionati”. L’ultimo pensiero è per il pubblico: “Nel campionato di serie D ci sono campi caldi e quello di Barra è sicuramente fra essi. La società ha un buon seguito e sapremo sicuramente mantenerlo facendo bene in campo. L’importante è andare avanti insieme passo dopo passo”.

Roberto Esse

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *