Al Giordani di Caserta Massimo Sgroi presenta la nuova edizione del libro La Felicità al potere.

Si presenta mercoledì 20 aprile alle ore 10,00 al Giordani di Caserta la nuova edizione del libro La Felicità al potere di Josè Pepe Mujica a cura di Massimo Sgroi e Cristina Guarnieri, edito da Castelvecchi. L’ edizione aggiornata è arricchita dei contributi di Roberto Saviano e Milena Gabanelli.
La dirigente scolastica Antonella Serpico e Massimo  Sgroi discuteranno di José “Pepe” Mujica ex Presidente dell’Uruguay diventato famoso in tutto il mondo per l’originalità della sua vicenda politica: dopo quattordici anni di carcere per essere stato guerrigliero ai tempi della dittatura, Mujica arriva al potere e, divenuto Presidente del proprio Paese nel 2010, rifiuta di vivere nella sede presidenziale, dona gran parte del suo stipendio ai più poveri e inaugura una politica rivoluzionaria sul piano dei diritti civili e delle libertà individuali. Il registaEmir Kusturica sta preparando un film incentrato sulla sua figura originale e sulla sua vita straordinaria. Questo libro ospita un’intervista esclusiva rilasciata a Montevideo nonché i discorsi più importanti e famosi del Presidente, fra cui spiccano il discorso sulla felicità – che dà il titolo al libro – proferito dal Presidente al G20 in Brasile nel giugno 2012, e altri discorsi che affrontano i temi della legalizzazione della marijuana, dei matrimoni gay, della lotta contro la mafia, il tema dell’autogestione delle imprese, il rapporto tra Mercosur e i paesi del Brics, l’Europa, il mondo globalizzato, la decrescita e la cura dell’ambiente.

Inoltre è corredato da una biografia di Mujica, ideata da Massimo Sgroi e approvata dal Presidente, da alcune pagine che Mujica ha scritto di suo pugno per questa prima edizione italiana, dalla Prefazione di Omero Ciai, giornalista di Repubblica, da una Postfazione di Donato Di Santo, responsabile politico dei rapporti Italia-Sud America e da foto inedite del Presidente.

 

1

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *