Ancora un riconoscimento europei per i Manzoniani: a Montecitorio la premiazione per il concorso “Diventare Cittadini Europei”

 Gli studenti del liceo Manzoni di Caserta, guidato dalla Dirigente Adele Vairo, hanno partecipato al concorso “Diventare cittadini europei” legato alla Festa dell’Europa 2016 promosso dal Consiglio Italiano del Movimento Europeo e dall’Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa.

Gli studenti della 5°F del liceo scientifico, accompagnati dalla docente Marina Imparato, hanno ottenuto un importante attestato di merito per essersi distinti, al vertice tra le altre scuole italiane partecipanti; il prestigioso riconoscimento gli è stato consegnato  direttamente a Roma domenica scorsa nell’ambito dell’iniziativa “Montecitorio a Porte Aperte”, dinanzi alla Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, oltre che il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ed altri importanti esponenti istituzionali del mondo scolastico nazionale ed europeo.

Sempre nell’ambito dei festeggiamenti dell’Europa, anche a Caserta gli stessi studenti, vera eccellenza del nostro territorio, sono stati gli ospiti d’onore, accompagnati dalla professoressa Eleonora Eramo, referente dei percorsi di internazionalizzazione del liceo Manzoni, nell’ambito del convegno “L’Europa per i Cittadini”, organizzato presso la Real Sala dei Convegni “Sossietta Scialla” del Belvedere di San Leucio e a cui hanno preso parte tutti gli esponenti istituzionali del mondo politico, studentesco ed accademico.

Ancora una premiazione meritata per gli alunni del prestigioso liceo casertano, a compimento di un importante percorso di studi per cui sono soddisfatti ed orgogliosi gli studenti e le loro famiglie che da oggi si sentiranno più cittadini europei.

Gli studenti partecipanti sono stati: Benizio Carolyn Ann, Coppola Andrea, Iorio Stefano, Liguori Luigi, Ragozzino Alessia, Santonastaso Michele, Tescione Michele, Trifari Marcello e Vendemia Laura.

1

2

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *