Arriva 1 MILIONE e 800 MILA € e bisogna sbrigarsi con l’appalto: ma la gara non sarà espletata dalla Sua

Le casse piangono. I soldi scarseggiano. Sono elementi, questi, che oggi avvicinano moltissimi comuni. Tra le poche possibilità che le amministrazioni hanno per migliorare l’aspetto urbano, i servizi e le infrastrutture, considerate le pessime congiunture economie (e le gestioni che hanno dato vita a tali congiunture) ci sono i fondi europei e quelli del Governo. Intercettarli, in questi tempi di magra, è fondamentale.

Molti enti, però, non sono riusciti ad ottenere tali finanziamenti importanti, erogazioni che avrebbero realmente inciso positivamente sulla vivibilità del territorio. Altri, invece, sono stati bravi quasi a far bottino pieno dei denari elargiti negli ultimi anni dall’Ue o dallo Stato.

Il comune di Cancello ed Arnone, dopo gli interventi finanziati con l’accelerazione della spesa, sta preparando il bando per l’abbattimento e la ricostruzione della scuola materna di Cancello. “Entro il 29 febbraio 2016, – ha dichiarato il sindaco Emerito, – l’ente dovrà aggiudicare provvisoriamente i lavori. L’investimento, alimentato con finanziamenti Bei, a totale carico dello Stato, completerà l’ammodernamento delle strutture scolastiche insistenti sul territorio curato da questa amministrazione.”

Chi è che espleterà la gara? Non la Sua.

“La stazione unica appaltante, – ha spiegato il primo cittadino, – ha riferito che non avrebbe potuto assicurare il rispetto dei tempi, fissati dalla Presidenza del Consiglio per lal fruibilità dei fondi BEI. L’ente ha dovuto reindirizzare la propria istanza all’Asmecomm”

Giuseppe Tallino

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *