Associazioni, la spinta di Caterino: sono una forza per il territorio. Subito la consulta dei giovani e delle donne

«La crescita di un territorio non può prescindere dal favorire l’attività delle sue realtà associative che rappresentano gli strumenti di divulgazione della cultura e del sentire sociale di un popolo. Per questa ragione, coerentemente al nostro spirito di inclusione, lavoreremo affinché ci sia un proliferare delle realtà associative, impegnandoci a costruire anche dei luoghi di confronto dove queste si possono incontrare». Crede fermamente nel cosiddetto terzo settore il candidato sindaco della lista San Cipriano che vorrei Vincenzo Caterino. «È nostro impegno attuare una politica a sostegno e alla valorizzazione delle realtà sociali organizzate – ha proseguito Caterino – l’associazionismo, sportivo, culturale e religioso. Realizzeremo la consulta dei giovani e quella delle donne, che devono diventare una vera e propria risorsa per San Cipriano d’Aversa. Incentiveremo l’attività di associazioni di volontariato come l’Avis, la Protezione Civile, le Pro-loco, ascoltando e cercando di rispondere alle istanze delle varie realtà mettendo a loro disposizione tutti gli strumenti possibili dell’amministrazione comunale». Caterino dà a questo tipo di politica una forte valenza sociale. «L’azione amministrativa della lista “San Cipriano che vorrei” sarà finalizzata a promuovere le politiche dell’inclusione, dell’integrazione e della convivenza a favore dei categorie più deboli – ha spiegato il candidato sindaco – il superamento delle difficoltà degli strati sociali più “esposti” (l’infanzia e gli anziani), troveranno adeguata risposta nell’incremento dei servizi ed in una loro migliore qualità».

San Cipriano d’Aversa, 17 ottobre

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *