“Benessere Giovani Organizziamoci”, il Comune di San Potito Sannitico aderisce al Bando della Regione Campania

SAN POTITO SANNITICO – Con delibera di giunta n.5 del 12/01/2017 il Comune di San Potito Sannitico ha delineato i provvedimenti per poter partecipare con una manifestazione di interesse alla realizzazione di attività polivalenti grazie all’avviso pubblico “Benessere Giovani Organizziamoci”. Con Decreto Dirigenziale Regione Campania n.527 del 30/11/2016, infatti, è stato pubblicato sul B.U.R.C. n.81 del 01/12/2016 l’avviso pubblico denominato “Benessere Giovani Organizziamoci” al fine di creare nuove ed innovative opportunità per i giovani campani.

Il progetto, indirizzato a giovani tra i 16 e i 35 anni, prevede un contributo di 50mila euro per i Comuni fino a 5mila abitanti e si propone tali obiettivi: accrescere la qualità di vita e l’integrazione sociale dei giovani; favorire la loro crescita personale e professionale e le opportunità di inserimento nel mercato del lavoro; incoraggiare un modello gestionale innovativo degli spazi pubblici; ottimizzare gli investimenti infrastrutturali degli Enti Locali e dare vita a spazi multifunzionali integrati a favore dell’aggregazione giovanile; incoraggiare partenariati di progetto tra soggetti pubblici, associazioni giovanili, imprese e altri soggetti per lo sviluppo del territorio.

Questi i soggetti a cui il progetto è indirizzato: a) associazioni giovanili; b) associazioni del terzo settore; c) organismi della formazione accreditati; d) associazioni culturali e/o sportive; e) gli altri soggetti privati non aventi scopo di lucro; f) imprese o consorzi di imprese.

“Abbiamo accolto con piacere questa opportuna offerta della Regione Campania a vantaggio dei giovani e ci siamo subito attivati per poter realizzare al meglio il progetto”. A dichiararlo il sindaco Francesco Imperadore.


Adele Consola

Giornalista freelance

Ordine dei Giornalisti della Campania N. 144519

Mail adeleconsola2@gmail.com

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *