Benevento – Auto della Polizia resta coinvolta in grave sinistro stradale – Due poliziotti feriti

Del 26 gennaio 2016

L’incidente che ha visto coinvolti due colleghi della Sezione Polizia Stradale di Benevento, avvenuto ieri sera sulla Strada Statale Telesina, ha portato un bilancio totale di tre feriti, di cui, il più grave appariva proprio uno dei colleghi, ricoverato inizialmente in codice rosso. Ed è solo grazie alla prontezza d’intervento dei soccorsi ed al volere divino che, nonostante lo schianto fosse stato così forte, le conseguenze non sono state irreversibili.
“In questi casi – dice Giuseppe Raimondi, Segretario Generale Regionale campano del sindacato indipendente di Polizia Co.I.S.P. – è molto importante non solo intervenire prontamente, ma essere in grado di discernere in pochi secondi la reale entità degli eventi onde non provocare ulteriori problemi alle persone coinvolte”.
“E non è semplice – continua Raimondi – dover agire quando fra le carcasse delle auto coinvolte ci sono persone che conosci e che ogni giorno condividono con te gioie e dolori di un lavoro oneroso e serio quale quello di operatore di polizia. Ed è per questo che, oltre a stare vicini alle famiglie dei colleghi coinvolti, che ben possiamo immaginare cosa stiano vivendo in questi momenti, ringraziamo l’attività professionale ed umana svolta dal Dr. Vetrone, Dirigente quella Sezione Polizia Stradale di Benevento”.
“E’ in questi momenti di così grave pathos – prosegue Giulio Catuogno, Segretario Generale Regionale Aggiunto campano del Co.I.S.P. – che si riesce a distinguere il serio ed umano professionista che, nonostante sia coinvolto da vicino negli eventi, riesce a creare la giusta situazione operativa per prestare immediati soccorsi e sciogliere il bandolo della matassa di quanto occorso per addivenire alla giusta risoluzione”.
“Conosco da vicino le problematiche derivanti da sinistri stradali ove restano coinvolti amici e colleghi nei quali – seguita accorato Catuogno – sei costretto a mettere da parte cuore e sentimenti per poter ragionare a mente lucida e fredda, pur mostrando nella sua interezza l’intrinseca umanità di cui ognuno di noi porta il bagaglio”.
“Sono vicino alle famiglie dei colleghi coinvolti e miracolosamente salvi – conclude Catuogno – augurando loro di poterli sostenere con la giusta forza d’animo per poter quanto prima tornare a prestare la propria opera professionale al servizio della sicurezza e della cittadinanza”.
Con richiesta di pubblicazione e cortese attenzione giornalistica –

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *