Brusciano “Fronte Comune” per il “Cristo Rivelato” di Domenico Sepe.

IESUS  Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali Brusciano NA IT EU

(Scritto da Antonio Castaldo)

A Brusciano l’Associazione “Fronte Comune”, con promotori, il presidente, architetto Nicola Braccolino, il tesoriere Alessandro Mazza, il consulente del lavoro, Giovanni Auriemma e, fra i soci fondatori, l’avvocato Giacomo Romano, Consigliere Comunale ed il mecenate Ciro Ciccone nella serata di venerdì 24 luglio 2020, presso la sede sociale in Via Camillo Cucca n. 384 ha svolto con la direzione artistica del pittore Pietro Mingione, l’incontro con lo scultore partenopeo Domenico Sepe, autore dell’opera “Cristo Rivelato” che una volta terminata sarà qui collocata. L’evento ha visto la partecipazione di tanti, tutti all’ingresso disciplinatamente sono stati sottoposti alla rilevazione della temperatura con termometro a infrarossi, all’igienizzante delle mani e a chi ne era sfornito è stata data la mascherina, nel rigoroso rispetto delle norme igieniche e di distanziamento sociale per la prevenzione sanitaria anti Covid-19.

Il materiale informativo distribuito ai presenti qualificava i produttori dell’iniziativa come «un gruppo di amici, innamorato della propria terra, affascinati dalla proposta del più saggio di tutti, Ciro, si lasciano “trasportare, sulle ali dell’entusiasmo, nella bottega d’arte del maestro Domenico Sepe! In quel luogo, ricco di arte e di cultura, avviene l’incontro portentoso e mistico con una delle opere d’arte più emozionanti ed enigmatiche: il Cristo Rivelato! In quell’occasione, con una bottiglia lasciata in macchina nella speranza di poterla stappare insieme, questo gruppo di arditi Bruscianesi riescono a definire le condizioni per poter portare tale opera nella città di Guido De Ruggiero, di Sant’Antonio e dei gigli».

Sono intervenuti il direttore artistico, Pietro Mingione, il presidente Arch. Nicola Braccolino, l’avvocato Giacomo Romano, lo scultore Domenico Sepe, l’esperta d’arte Daniela Marra, il Parroco di Brusciano, Don Salvatore Purcaro. Nicola Braccolino nel ringraziare quanti hanno risposto all’invito, ha citato alcune iniziative già realizzate da questa associazione come per la sensibilizzazione ambientale«Brusciano Plastic free,in collaborazione con l’associazione Veritas e quella relativa alla donazione di un defibrillatore, in collaborazione con il Giglio Passo Veloce» e per quella incorso «abbiamo creduto nell’opera del maestro Sepe perchè vogliamo dare, come è nella prerogativa dell’associazione, una valorizzazione al territorio comunale di Brusciano ed ai comuni limitrofi e per questo chiediamo la vostra collaborazione». Giacomo Romano ha affermato che «Il Cristo Rivelato è per noi motivo di grandissimo orgoglio. Rappresenta un’avanguardia culturale, e allo stesso tempo le radici e la prospettiva di una idea di territorio nuova che si basa sulla cultura, l’identità ed il senso di appartenenza. Attraverso l’opera del maestro Sepe possiamo creare con la città, la Città Metropolitana e gli enti sovraordinati un patto di permanenza su questo territorio». Per la gestione dell’opera ci sarà «la costituzione di una fondazione che mette al centro un bene privato per il conseguimento del bene pubblico per il rilancio del territorio».

Don Salvatore Purcaro ha affermato: “la bellezza di un ciclo che parte dal “Cristo Velato” e arriva al “Cristo Rivelato”. La Rivelazione è il fondamento di tutta la tradizione ebraico-cristiana e si inserisce in questo discorso. Esodo Capitolo 34, […] Quest’opera aiuti il nostro paese a custodire una aspetto che forse stiamo perdendo: il senso del mistero. E’ l’attenzione alla trascendenza, all’andare oltre quello che appare, è vedere l’essenziale invisibile agli occhi», Il maestro Domenico Sepe, la cui “Bottega d’Arte” è in Via Saggese V Traversa n. 1 in Afragola, per il “Cristo Rivelato” destinato a Brusciano, si è mosso su un percorso artistico sviluppato dal classicismo greco alla modernità con le sue avanguardie, producendo una rivisitazione del “Cristo Velato, giacente Cappella di San Severo a Napoli, opera di Giuseppe Sammartino (Napoli 1720-1793).

Dalla pagina FB di “Fronte Comune” si può vedere l’intero svolgimento con gli interventi completi di ognuno essendo stato oggetto di diretta streaming, ora disponibile al link https://www.facebook.com/associazionefrontecomune/videos/1253423731665724 .

La ripresa video del sociologo e giornalista Antonio Castaldo di IESUS, Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali, per la parte finale, con l’assistenza di Giuseppe Pio Di Falco postata all’indirizzo web https://www.youtube.com/watch?v=xx1HnKRDvVA&feature=youtu.be .

All’invito dall’organizzazione-non profit “Fronte Comune” hanno risposto in tanti, rappresentanti dell’associazionismo civile e culturale, Pro Loco Brusciano, Mithril Art, Alba, Veritas, cooperativa Aurora, della Comunità Interparrocchiale di Brusciano, del Consiglio Comunale, del mondo della scuola e delle professioni, anche del territorio circostante. La violinista Daniela Trionfante ha eseguito “Son of God” di Hans Zimmer. La rilevazione fotografica dell’evento è stata effettuata dal reporter Fernando Russo.

IESUS-Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali-Brusciano NA PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE-Antonio Castaldo

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *