Brusciano S. Antonio e la Festa dei Gigli, avanti a mezzo passo.

IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali-Brusciano NA IT EU

(Scritto da Antonio Castaldo)

A Brusciano, lunedì 13 giugno 2022 è stata vissuta una rigenerante Giornata dedicata a Sant’Antonio di Padova. Alle ore 19,00 nell’antica Chiesa Santa Maria delle Grazie, gremita dai fedeli, ognuno rigorosamente con mascherina per prevenire eventuali casi di infezione da coronavirus, la Santa Messa è stata celebrata dal Parroco di Brusciano, Don Salvatore Purcaro, concelebrante Padre John Dola, assente, per sopraggiunte indisposizioni, l’invitato Mons. Francesco Marino, Vescovo di Nola. Insieme alla Comunità Interparrocchiale e di fedeli bruscianesi e alcuni provenienti dal territorio circostante, vi erano i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale: il Sindaco Avv. Giacomo Romano con il Vice Sindaco Avv. Salvatore Travaglino e gli altri assessori componenti della Giunta Comunale, Dott. Felice Di Sena, Dott.ssa Monica Cito, Ing. Ada Minieri, Dr.ssa Giuseppina Liberti; Il Presidente del Consiglio Comunale, Felicetta Frattini, il suo Vice, Dott. Giovanni Auriemma ed i Consiglieri Comunali; il Comandante della Polizia Municipale Antonio Di Maiolo i cui agenti in alta uniforme scortavano il Gonfalone del Comune di Brusciano; il Comandante della Caserma dei Carabinieri di Brusciano, Maresciallo Marco Di Palo; Comandante Provinciale dell’Associazione Guardie Ecologiche Ambientali onlus C.o.n.g.e.a.v. Alfredo Fracasso.

L’omelia di Don Salvatore Purcaro: «La missione del Battezzato, del Cristiano è una missione sostenuta dallo Spirito ma chiede una corresponsabilità di impegno. L’Opera di Dio è sempre un tandem: da una parte c’è lo Spirito del Signore, dall’altra c’è il nostro impegno, la nostra consapevolezza e Paolo chiama questa corresponsabilità con un principio, un criterio: Carità.  Attenzione, la parola carità non sta ad intendere l’elemosina, o un atteggiamento buonista. La parola carità qui è da intendersi come uno stile, oggi la potremmo chiamare con una parola più aggiornata: intenzionalità, progettualità», integralmente ripresa nelle immagini del sociologo e giornalista Antonio Castaldo, con l‘assistenza tecnica di Giuseppe Pio Di Falco, per IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali, è postata all’indirizzo web https://www.youtube.com/watch?v=kNZk4mnxYsU .E’ tornata in presenza anche la Processione del Santo, uscendo dalla Chiesa S. Maria della Grazie, https://www.youtube.com/watch?v=DTeiIp3mOyI, percorrendo le strade cittadine, con il “popolo in cammino” recitante preghiere e canti all’unisono con Don Salvatore Purcaro e l’accompagnamento della banda musicale proveniente da Lauro ed il seguito della Bandiere e le Delegazioni  delle Associazioni dei Gigli di Brusciano: Croce, Gioventù, Lavoratori, Ortolano, Parulano, Passo Veloce.  Il corteo religioso superato il centro storico percorreva Viale Sandro Pertini e percorreva Via Camillo Cucca passando sotto la Casa Comunale https://www.youtube.com/watch?v=EwLI7m_TmWA,  poi raggiungeva Vico Tre Santi, oggi Via Cavalcanti, sotto l’Arco del Miracolo di Sant’Antonio del 13 giugno 1875, come ben motivato da Don Salvatore Purcaro perché “è qui dove tutto ebbe inizio https://www.youtube.com/watch?v=2x6trwf7eUM .

La Processione di Sant’Antonio di Padova terminava con il ritorno della statua del Santo in Chiesa S. Maria delle Grazie. Dal versante civile la serata ha avuto un epilogo altamente simbolico per la ripresa dell’organizzazione della Festa dei Gigli. Il Sindaco, Avv. Giacomo Romano i rappresentanti dei Gigli di Brusciano, il Presidente della Fondazione Festa dei Gigli di Nola, Dott. Mario Ceparano, e rappresentanti delle realtà territoriali della Feste dei Gigli. Barra, Crispano. Nola, in Campania, hanno inaugurato il Monumento del Giglio, in ferro di altezza m. 2,5, su base prismatica, offerto dall’Associazione “Sant’Antonio Arte Bruscianese” con il Presidente Antonio Toppi “O’ Pracetelle”, i componenti Giuseppe Cerciello e Francesco Sposito, come documentato dal sociologo e giornalista Antonio Castaldo che con l‘assistenza tecnica di Giuseppe Pio Di Falco, per IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali, ha postato le immagini del saluto del Sindaco Romano, all’indirizzo web  https://www.youtube.com/watch?v=IF6mSCfTxQU, e dell’inaugurazione del Giglio Monumento https://www.youtube.com/watch?v=5yU6FTm5F3Q . La serata sotto la Casa Comunale Maurizio Saccone, sax; Saverio Di Meo, tastiere, presentatore Giacomino Romano, lo stesso a cantare con Alberto Di Maiolo, Felice Parisi, Salvatore Minieri e Luigi Abate, a riproporre il repertorio canoro dei cavalli di battaglia dei Gigli di Brusciano.

Il sociologo e giornalista, Antonio Castaldo, ha rilevato«Dopo la Messa, illuminati dall’omelia di Don Salvatore Purcaro, la Processione del Santo il 13 giugno 2022, con la tappa rifondativa presso l’Arco del Miracolo, l’inaugurazione del simbolico Giglio sotto la Casa Comunale, si assiste al riavvio dell’organizzazione della Festa dei Gigli. Chiesa, Comune, Associazioni e Popolo comunitariamente nel Segno Antoniano, ricordando il Miracolo del Santo di Padova, del 13 giugno 1875 a Brusciano, torneranno a ringraziarlo con la Ballata degli obelischi nell’ultima domenica di agosto 2023, dopo tre anni di sospensione per la Pandemia da Covid-19. Sul fronte laico, segni concreti di riorganizzazione sono stati colti il 12 giugno, in Piazza Bellini, con le prove musicali dell’Associazione “Giglio Ortolano 1875” insieme alla Paranza Volontari ed il 14 giugno 2022, in Piazzetta San Sebastiano, con l’alzata dello striscione e la presentazione dello staff dell’Associazione “Giglio Lavoratori. E dunque: Avanti a Mezzo Passo!».

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *