BUON MARTEDI’

BUONA GIORNATA CON I FIORI PRIMAVERILI PER ECCELLENZA.

Il cinguettìo degli uccellini, fiori e piante che crescono, la neve sulle montagne che pian piano si scioglie, l’aria più mite e il sole che tramonta sempre più tardi.  Ecco perché la primavera è considerata la stagione della rinascita. E allora approfittiamone per piantare i  fiori primaverili per eccellenza!

I fiori-simbolo della primavera sono:Il geranio è una pianta poco esigente che per crescere bene non ha bisogno di particolari cure o attenzioni. Tutto ciò che serve è una buona esposizione al sole, un buon terriccio e una posizione ventilata.

Il termine primula deriva da primusche indica la fioritura precoce che questa pianta ha subito dopo la scomparsa della neve. Quindi l’arrivo delle primule è sinonimo di bella stagione. Esistono circa 500 specie differenti di primule. Sicuramente la loro peculiarità sono i loro colori sgargianti.

Le rose rampicanti decorano con eleganza le pareti esterne, reti e recinzioni, colonne, archi. Portano un tocco di originalità e colore in tutte le aree esterne della vostra abitazione. Infatti hanno una scala cromatica ricca e varia di colori che spazia dal banco al rosso fino al blu. La loro altezza generalmente è superiore ai 2 metri.

La lavanda è ricca di proprietà curative, è un repellente anti-zanzare naturale con un profumo gradevole e intenso. Forse, la lavanda è il fiore per eccellenza della bella stagione. Uno dei suoi punti di forza è la resistenza perché riesce a sopravvivere sia in ambienti freddi (fino a -20°C) sia in ambienti caldi e afosi. I fiori di lavanda possono essere essiccati in un ambiente buio, secco e ventilato, basterà semplicemente realizzare dei mazzetti da appendere “a testa in giù” in un ambiente adeguato. Una volta essiccati, i fiori di lavanda, potranno essere riposti in sacchettini di tela per profumare la biancheria o creare aromatici pot-pourri.

Il narciso, chiamato anche “fiore di maggio”, deve essere piantato in primavera. La sua bellezza è racchiusa nella semplicità del fiore stesso. Oltre a tutta la mitologia racchiusa dietro al personaggio e al fiore, ha un profumo penetrante e intenso.

Le margherite sono il simbolo dell’amore, dell’innocenza e della primavera. Anche se sembra delicato in realtà è un fiore resistente e forte che riesce a sopravvivere anche durante i cambi di stagione. Infatti, fiorisce sia in inverno che in primavera quindi sarà quasi impossibile vederle seccare, soprattutto se la mantenete a una temperatura mite.

Le viole, dette anche violette, sono una pianta perenne diffusa in tutta Europa e simboleggiano la fedeltà e l’amore. Sono particolari per il loro colore intenso che le rende complicate ma allo stesso tempo semplici. Il clima preferito è quello temperato, tendente al freddo, tanto che la violetta può fiorire anche d’inverno se opportunamente riparata dalle intemperie.

Tutti i fiorellini descritti presentano alcune caratteristiche comuni:

  • Possono essere piantane sia nel giardino sia nei vasi. Se decidete di metterle nel vostro terrazzo, il trucco è di acquistare dei vasi leggermente più grandi rispetto alla piantina.
  • Per avere un aspetto più splendente ed una ricca fioritura devono stare al sole più tempo possibile.
  • Infine, l’aspetto sicuramente più importante è che sono molto semplici da piantare, coltivare e mantenere belle e non necessitano di una gran manutenzione.

 

 

 

 

 

 

 

 

Related posts

Buon Lunedì
Arte

Buon Lunedì

Maggio 31, 2021

Buon Giovedì
Arte

Buon Giovedì

Gennaio 22, 2015

Buon Sabato
LIFESTYLE

Buon Sabato

Settembre 12, 2020

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *