BUON SABATO

BUONA GIORNATA CON DELLE SQUISITE ALBICOCCHE.

Le albicocche…quando si parla di frutta di stagione a chilometro 0, come non citarle? Sono reperibili con facilità nelle campagne di tutti i francofontesi. Vi faremo scoprire quali sono tutti i benefici e gli usi di questo frutto così amato.

Albicocche: alcune notizie

Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, l’albicocco è un albero che può raggiungere i 10 metri di altezza. Nelle coltivazioni, la pianta viene tenuta sotto i 4 metri, allo scopo di facilitare la loro raccolta. Il frutto contiene un seme legnoso, chiamato albicocca. Il loro periodo di raccolta dura poco; infatti giugno è il mese ideale per inserirle nella propria alimentazione.

Albicocche

Albicocche

Curiosità sulle albicocche

E adesso vi sveliamo alcune curiosità! Lo sapevate che …

  • Un tempo le donne cinesi mangiavano albicocche per favorire la fertilità. L’intuito femminile ha preceduto ciò che la scienza avrebbe confermato negli anni successivi. Le albicocche sono ricche di minerali utili per la produzione degli ormoni sessuali.
  • Quando si lasciano maturare troppo, perdono la maggior parte delle sostanze nutritive. Quindi è opportuno mangiarle quando sono ancora sode. Attenzione a non lasciarle diventare troppo molli!
  • Vanno tenute al fresco. Inoltre è consigliabile separarle da altri alimenti; esse possono facilmente assorbire gli odori, specie quelli di frutta.

Albicocche: proprietà e benefici

Le albicocche sono una buona fonte di beta-carotene e licopene. Si tratta di due sostanze che contribuiscono ad ostacolare la formazione del cosiddetto colesterolo cattivo. Hanno un elevato contenuto di fibre, a fronte di un pochissime calorie. Infatti, 100 grammi di albicocche contengono meno di 50 calorie, ma apportano circa il 12% del fabbisogno giornaliero di fibra alimentareGrazie a queste caratteristiche, sono dei frutti che risultano molto utili in un corretto regime alimentare. Sono anche una fonte naturale di vitamina A.

Usi in cucina

Le albicocche sono ideali da mangiare pure, come spuntino spezza-fame di metà mattino o metà pomeriggio. Grazie ad un elevato contenuto di fibre, hanno un ottimo potere saziante. Sono ottime anche a colazione. Un suggerimento è quello di usarle per arricchire uno yogurt al naturale, aggiungendo magari un po’ di frutta secca oppure dei cereali. Essendo dei frutti facilmente deperibili, si conservano utilizzando diverse metodologie: sciroppate e conservate in lattine. Da questi frutti si ottengono anche succhi e marmellate. Molto usata in pasticceria è la gelatina di albicocche. Un esempio classico di questa tecnica è la famosa torta Sacher. Il loro sapore lievemente acidulo, inoltre, le rende adatte anche ad accostamenti con cibi salati, formaggi e carni rosse.

Albicocche Marmellata

Una squisita marmellata di albicocche

La ricetta

Una praticissima e freschissima ricetta da realizzare con i nostri amati frutti? Sicuramente la torta allo yogurt e albicocche.

Ecco gli ingredienti:

  • 10 albicocche fresche;
  • Yogurt all’albicocca;
  • 3 vasetti di farina;
  • 1 vasetto di zucchero;
  • 1 vasetto di olio di girasole;
  • 3 uova;
  • 1 bustina di lievito vanigliato;
  • 2 cucchiai di zucchero di canna.

Procedimento

Montate con una frusta lo zucchero con i tuorli. Aggiungete contemporaneamente farina e olio e montate fino a ottenere un composto omogeneo. Aggiungete infine gli albumi montati a neve e il lievito vanigliato. Versate il composto in una teglia imburrata e infarinata. Mettete in superficie le albicocche tagliate a metà o in quattro pezzi, fino a ricoprire tutto il dolce, spolverare con zucchero grezzo di canna. Infornate a 180° gradi per circa 35 minuti. Ed il dolce è pronto!

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *