BUON VENERDI’

BUONA GIORNATA CON UNA BUONA FETTA DI MELONE GIALLO.

Il melone giallo: proprietà e benefici del frutto dell’estate buono tutto l’anno

melone-giallo-proprieta-e-benefici

Il melone, uno dei frutti più freschi e gustosi, è ricco d’acqua e di valori nutrizionali. Esistono diverse varietà di melone, come quello giallo e quello cantalupo. Scopriamo insieme proprietà e benefici del melone giallo, frutto simbolo dell’estate, ma buonissimo tutto l’anno!

Proprietà e benefici

Sono numerosi i benefici della frutta. Non basatevi quindi solo sulla stagionalità ma prediligete il consumo di frutti diversi e colorati. La varietà, anche dal punto di vista cromatico, porta tanti vantaggi al vostro organismo. Seguite quindi la regola dell’arcobaleno: tanta frutta di diversi colori.

Il melone giallo contiene una gran quantità di sali minerali come ferro, fosforo, calcio, magnesio e potassio.

Il ferro si rivela un supporto indispensabile in quei soggetti che evidenziano un’anemia e in quelle donne che ne lamentano una carenza durante il ciclo mestruale.

Per contrastare stanchezza e debolezza niente di meglio di magnesio e potassio, alleati anche di una maggiore tonicità muscolare.

Il melone giallo è inoltre ricco di vitamine A, B e C. La vitamina B è indispensabile per trasformare il cibo in energia, la vitamina A ha un potere antiage e previene la formazione dei radicali liberi. La vitamina C stimola il sistema immunitario, prevenendo raffreddore e influenza e rafforzando i tessuti.

Le fibre invece, favoriscono il corretto funzionamento dell’intestino, contrastando fastidi piuttosto comuni, come la costipazione.

Grazie all’elevato contenuto di acqua, il melone giallo è ideale per una corretta diuresi, ripulisce i reni e aiuta a combattere il colesterolo.

Un’altra sostanza contenuta nel melone è l’adenosina, un anticoagulante importante per la prevenzione di patologie come infarto e ictus.

Maturazione e conservazione

Come fare per avere la certezza di consumare un gustoso melone giallo maturo al punto giusto? Un primo tip che vi suggeriamo è quello di  picchiettare con il pugno della mano la buccia: se il suono è sordo, vuol dire che il frutto è maturo.

Un secondo prezioso suggerimento è quello di sentirne l’odore: un buon profumo e il picciolo che tende a staccarsi sono gli indizi perfetti.

Per quanto concerne la conservazione, il melone intero non ancora maturo potete conservarlo a temperatura ambiente. Quello intero già maturo invece, è preferibile tenerlo in frigo: riponetelo nello scomparto meno freddo. Se l’avete già tagliato, cercate di metterlo in contenitori ad hoc, anche per ripararlo dagli odori degli altri cibi.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *