CAIAZZO: AMBIENTE, RACCOLTA RIFIUTI A DOMICILIO PER ANZIANI E DISABILI

Altro appuntamento, sabato 29 settembre Puliamo il Mondo in piazza Portavetere

CAIAZZO – Anziani e disabili non lasciati soli. L’amministrazione comunale di Caiazzo guidata dal sindaco Stefano Giaquinto dimostra ancora una volta con un’iniziativa di essere attenta alle fasce deboli e di dedicare loro impegno e attenzione. Dal prossimo 1 novembre infatti, per agevolare anche le buone pratiche ambientali ed evitare disagi nella raccolta differenziata, il Comune offrirà un ulteriore servizio di raccolta domiciliare esclusivamente a favore di diversamente abili e anziani non autosufficienti. “Il servizio eco-mobile – si legge nell’avviso a firma del primo cittadino – sarà effettuato dalla ditta affidataria del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti differenziati e gli utenti che ne avranno diritto saranno serviti una, due volte a settimana. Il ritiro dei rifiuti avverrà presso l’abitazione a domicilio, a qualsiasi piano essa si trovi. Le richieste degli utenti vanno redatte su appositi modelli messi a disposizione dal Comune e indirizzare al sindaco”. “Un’idea con un duplice obiettivo: aiutare chi è meno fortunato e rispettare l’ambiente”, commenta la fascia tricolore che tra l’altro ricorda ai cittadini un’altra importante iniziativa ambientale che interesserà Caiazzo. Sabato 29 settembre dalle ore 9:00 in piazza Portavetere approderà l’evento di Legambiente “Puliamo il mondo”. L’amministrazione comunale ha aderito alla Giornata Ecologica Internazionale che intende sensibilizzare tutti verso il massimo rispetto del verde pubblico. “Sono sicuro che i caiatini – conclude Giaquinto – non rinunceranno all’evento e dimostreranno sensibilità e sinergia. Vivremo una bella mattinata di convivialità, senso civico e integrazione“. Dichiarazione condivisa dal delegato all’Ambiente del Comune di Caiazzo Antonio Accurso.

Con preghiera di pubblicazione

Per info e comunicazioni

giaquintosindaco@gmail.com

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *