Cancello ed Arnone: via libera al Puc.

Via libera al Puc, Ambrosca: non è il nostro piano, ma era indispensabile dotare il Comune di uno strumento urbanistico in tempi rapidi. Ora via al processo per emendarlo e costruire il paese di domani

Cancello ed Arnone ha il suo Puc, il consiglio comunale di ieri ha approvato lo strumento urbanistico, il primo dal lontano 1973. Non è il nostro Puc, ma la sua approvazione rappresenta pur sempre un momento storico per la nostra comunità. Non è il nostro Puc perché non rispecchia la nostra visione di città, ma abbiamo fatto una scelta precisa: accorciare i tempi per avere uno strumento normativo certo di riferimento per poi procedere ad emendarlo e a migliorarlo. Non è il nostro Puc, perché chi lo ha pensato non ha immaginato di realizzare un’area commerciale in linea con lo sviluppo che sta avendo il nostro territorio. Siamo già corsi ai ripari e abbiamo già avviato il percorso per fare in modo di colmare questa lacuna. La normativa vigente prevede di avere un piano di riferimento che rappresenta la sintesi del modello di città alla quale si aspira e che un’amministrazione vuole realizzare. Queste idee non sono presenti nel piano che abbiamo approvato, ma lo saranno nel medio periodo. Era però indispensabile che Cancello ed Arnone avesse questo piano per evitare un impasse nel processo di sviluppo. Siamo arrivati all’adozione del Puc dopo un percorso tortuoso. Ieri abbiamo chiuso questa fase con l’approvazione della delibera in consiglio comunale, da oggi parte il nuovo percorso per disegnare la Cancello ed Arnone del futuro.

Lo dichiara il sindaco Raffaele Ambrosca.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *