CANTAUTORI SICILIANI CHIEDONO ALLE RADIO “PALINSESTO SOLIDALE”

PALINSESTO SOLIDALE

Premessa

Da molti giorni sul web e in tv, si sono accesi i riflettori su quella fetta di italiani che vivono di arte e di quanto il mondo dell’arte stessa sia stato messo in crisi dalla pandemia che stiamo.

In particolare con questa lettera vogliamo concentrarci sui musicisti, coloro i quali hanno fatto dell’arte della musica il loro lavoro e il pane quotidiano per le loro famiglie. Il tempo sospeso che stiamo vivendo ha portato quasi tutti loro ad esprimersi e ad aprire le loro case interfacciati da uno schermo; probabilmente mossi dallo slancio verso il bisogno di reinventarsi nel frattempo di poter tornare a fare concerti con un pubblico che dia loro quel calore umano di cui abbiamo tanto bisogno, oggi più che mai; forse mossi anche dall’esigenza di non sentire e non far sentire la solitudine, di esorcizzare la paura, di rimanere in contatto con il proprio pubblico o semplicemente per averne altro. L’intervallo del “frattempo” si dilata sempre di più e il tempo in cui questi artisti potranno tornare a riempire il loro cuore e sentire ripagati i loro sacrifici con un applauso, è sempre più lontano. Ancora più lontana è la possibilità di trarre una sussistenza economica da ciò che realmente sanno fare: esprimersi attraverso la musica. Non vogliamo che il canale del web diventi la normalità, non possiamo permetterci di perdere la bellezza di ciò che può passare attraverso le altre forme di diffusione della musica. Non è da sottovalutare lo sforzo, con mezzi molto spesso inadeguati, di rendere “masticabile” ed “efficace” un prodotto musicale underground. La necessità di una proposta concreta, si fa quindi sempre più necessaria.

Obiettivi

PALINSESTO SOLIDALE è un’iniziativa mossa proprio da queste riflessioni, che ha l’aspirazione di portare la voce di questi artisti che vivono di musica, nelle case di tutti noi attraverso le RADIO. Ebbene si, le radio, perché sebbene si continui a pubblicare sui social, fare live e festival virtuali, le radio possono consentire materialmente a queste persone, nella gran parte dei casi padri e madri di famiglia, di maturare sulla loro musica dei compensi per i diritti d’autore. Lo sforzo di scrivere, immaginare, inventare, e rendere sinestetica una storia, in pochi versi, deve essere ripagato. Il diritto d’autore allo stato attuale, è quindi l’unico mezzo a disposizione per il sostentamento primario di tanti.

La rete di contro, è l’unico sostegno che ci permette di non cadere nel vuoto. Come per un trapezista che fa il suo numero a dieci metri di altezza, anche noi oggi, abbiamo un grande bisogno di rete, rete sociale che permette ai singoli di sentirsi parte di un insieme in una comunità e rete virtuale. I musicisti, in rete, chiedono il supporto delle radio, dei canali del mainstream per non cadere nel vuoto.

Esiste un mondo artistico sommerso. La canzone d’ autore, in questi anni, pur essendo stata relegata al ruolo non secondario di alimentatrice di anime, ha subito evoluzioni interessanti. Statisticamente ci sono più cantautori che farfalle. Tutta questa musica non riesce ad essere diffusa adeguatamente, nonostante gli sforzi. Oggi più che mai, la categoria autorale produttiva ed autonoma, crede nella necessità di una apertura dal mondo major per un sostegno Solidale.

L’Italia è ricca di tantissime sfaccettare sonore grazie alle tradizioni regionali contaminate nei diversi generi; con PALINSESTO SOLIDALE, possiamo e vogliamo portare alla luce tutte queste realtà musicali, per lo più esplorate solo da pochi, per riconoscerci ancora di più come italiani e fortificare il nostro senso di appartenenza, esponendo l’originalità delle varie realtà e mettendo in pratica la solidarietà, entrambi elementi che ci contraddistinguono.

Come nasce Palinsesto solidale

L’iniziativa nasce dall’idea di tre cantautori siciliani che collaborano sinergicamente da qualche anno mettendo insieme i loro progetti e le loro peculiarità da cantautori: Davide Campisi, Marco Corrao e Mimì Sterrantino.

Davide Campisi percussionista e cantautore. Ha collaborato con importanti nomi della musica popolare nazionale e internazionale (Alfio Antico, Rita Botto, Gert Mortensen, Bernard Wolf). Ha condotto tour nazionali e partecipato a importanti festival della penisola e internazionali. Tra questi, i più salienti: 1000 beats, ricevendo il premio di miglior percussionista solista; premio Andrea Parodi; Gong&Skins festival in Myanmar e Festival “Puls” in Germania. La sua musica e il suo tocco sul tamburo sanno essere tanto delicati e morbidi, quanto forti, come i suoi testi, spesso di denuncia, talvolta di fede e speranza.

Marco Corrao Cantautore, produttore e direttore artistico musicale. La sua musica, che attinge dalla musica americana, alla musica popolare isolana e allo studio dei padri del blues e della roots music in genere, lo ha portato a condurre diversi tour internazionali. Ha collaborato con importanti artisti tra cui Eugenio Finardi, Francesco Cafiso, Giuseppe Milici, Moni Ovadia e tanti altri. La sua discografia conta cinque dischi all’attivo, tra cui l’ultimo, Pietre su Pietre. E’ inoltre produttore di colonne sonore per l’ Istituto Luce di Cinecittà.

Mimì Sterrantino musicista e cantautore. Eredita la passione per la musica dal padre cantante folk; dalla madre svedese, assorbe quel tocco cosmopolita che gli permette di affiancare alla passione per il folk, l’amore per la musica internazionale. I suoi brani vibrano dello spirito contestatario della migliore tradizione cantautorale italiana: della poesia dei grandi, della magia creativa di una mente pura, schierata contro gli obbrobri della società contemporanea e di mondi e avventure fantastiche, in un mix di blues, country, folk e rock.

I tre cantautori siciliani stanno già mettendo in rete diversi musicisti della penisola, tra cantautori, compositori e musicisti indipendenti, iniziando da coloro con i quali c’è stata una pregressa collaborazione e a catena, allargando la maglia, sfruttando i canali a loro disposizione.

Si sottointende che la rete creata è una rete di “lancio”: si lascia alle radio la possibilità di ampliare il progetto inserendo, a cedenza da definire, nuove proposte e scegliere tra quelle che aderiscono all’iniziativa.

Come e a chi si rivolge PALINSESTO SOLIDALE

La nostra richiesta è rivolta alle più importanti radio FM nazionali e web del territorio italiano, includendo ovviamente anche le radio locali.

Alle radio si richiede di inserire nel loro palinsesto il PALINSESTO SOLIDALE durante il quale viene dato spazio a rotazione, ad almeno 4 artisti della rete di musicisti indipendenti che aderiscono all’iniziativa. Si richiede inoltre di aprire ad altri musicisti la possibilità di accedere al canale radio, secondo le modalità che vengono ritenute più consone alla propria attività (i promotori dell’iniziativa si mettono a disposizione per i successivi step del progetto da definire e concordare in concertazione).

La rete di musicisti aderenti all’iniziativa si impegna, di contro, a promuovere i canali radio con tutti i mezzi a loro disposizione mantenendo la logica della rete e del sostegno reciproco.

Durata

Si richiede alle radio una durata di PALINSESTO SOLIDALE per tutto il periodo in cui saranno sospesi concerti ed eventi artistici aperti al pubblico, nel rispetto delle normative vigenti per contrastare la diffusione del corona virus. Si auspica di fatto, che questa iniziativa non abbia scadenza ma diventi piuttosto un’ opportunità per tutti i più piccoli: l’inizio di un nuovo mudus operandi; l’occasione per creare da un momento di difficoltà un’opportunità reale.

Contatti

palinsestosolidale@virgilio.it / 338-1569137

Daniela Esposito strategie.de@gmail.com 3388782983

Risultato immagini per andrà tutto bene

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *