Capua – Evento, organizzato dall’associazione ArsDocet e curato da Gina Affinito

Negli spazi del Museo Provinciale Campano di Capua e nel suo Chiostro sabato 30 maggio si inaugurerà un interessante evento, organizzato dall’associazione ArsDocet e curato da Gina Affinito

COETUS
1° SIMPOSIO DI SCULTURA

Sabato 30 maggio, alle ore 18.00, presso il Museo Provinciale Campano di Capua si inaugurerà il Simposio di Scultura “Coetus”; l’evento, che è stato organizzato dall’associazione ArsDocet e curato dalla organizzatrice di eventi Gina Affinito, sarà presentato dal critico dell’Arte ing. Carlo Roberto Sciascia.

All’inaugurazione dell’evento interverranno il Sindaco di Capua Dott. Carmine Antropoli, il Console onorario dell’Uzbekistan Avv. Vittorio Giorgi, l’Assessore alla Cultura Prof. Jolanda Capriglione, il Direttore artistico del Museo Civico d’arte contemporanea e Cittadella dell’Arte di Terra di Lavoro Arch. Alessandro Ciambrone, il Presidente EPT Caserta dott.ssa Lucia Ranucci, il Direttore Albatros Edizioni Prof. Lucia de Cristofaro, la Presidente dell’AGE di Caserta Rosalia Pannitti e la Presidente della Fidapa “Calazia” di Maddaloni Prof. Raffaella Carli.

La manifestazione si terrà nelle prestigiose sale e nel Chiostro del Museo Provinciale Campano di Capua, sito in via Roma n.68, che accoglierà 27 opere scultoree di 14 artisti provenienti da tutta Italia, selezionate da una apposita Commissione preposta alla selezione. La Commissione scientifica per la selezione delle opere è stata composta dal direttore artistico Alessandro Ciambrone, da Merhva Arvin (artist, Iran), Mitra Kavian (artist, Iran), Fatim Benhamza, (architect, Morocco), Nikos Manoudiakis (artist, Greece), Lumi Dehesa Orozco (art expert, Mexico) e Ahmad Neshan (artist, Iran).
Gli artisti in esposizione sono Cosimo Allera, Giovanni Bacuzzi, Carmine Buonocore, Giulio Valerio Cerbella, Angelo Chirichella, Shakar Galajian, Mario Iaione, Adriano Lombardo, Samuel Marcuccio (Mor An Go), Gaia Pasini, Franco Pompei, Alessandro Rocchi, Alessio Trevisani e Oriana Vertucci.

“Le sculture – ha affermato Gina Affinito, curatrice della mostra – sono state collocate in modo da poter “dialogare” armonicamente con gli spazi storici”; nota per le sue competenze musologiche, di allestimento, di organizzazione e comunicazione, l’organizzatrice ha aggiunto: “Ogni scelta mirata per l’allestimento, presa sempre in accordo con il direttore artistico, ha permesso di progettare un percorso all’interno dell’esposizione che si avvale di diverse strategie curatoriali, seguendo una metodologia pragmatica o idealista, un approccio scientifico (basato su modelli storici) o creativo (basato su connessioni libere tra le forme d’arte), la scelta fra diversi modelli espositivi (ad impianto tradizionale o supportati da alta tecnologia), o optando per un’installazione di tipo didattico, realizzata con materiali stampati e relative schede di documentazione”.
Durante la serata inaugurale la manifestazione ospiterà due opere pittoriche degli artisti Leonardo Martellucci (pittore/performer) e Ivan Pili (pittore), i quali doneranno le loro opere al Museo Civico d’arte Contemporanea di Capua; ai due generosi artisti sarà conferito il certificato di “Amicizia” da parte della Città di Capua.
Infine, è prevista la performance artistica estemporanea “Dripping” a cura di Leonardo Martellucci.

La manifestazione, che gode del patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Capua, del Museo Civico d’arte Contemporanea e Cittadella dell’arte di Terra di Lavoro, del Club Unesco Napoli, del Club l’Unesco Caserta, del Consolato onorario dell’Uzbekistan, dell’Unicef della Provincia di Caserta, dell’Innerweel 210 Distretto Club di Salerno, della Pro Loco di Caserta, dell’Unione Regioni Storiche Europee, dell’Associazione Genitori Italiani, dell’AGE di Caserta, della Fidapa Calatia di Maddaloni, dell’Albatros Edizioni e di Ars Supra Partes, è stata realizzata grazie alla sinergia tra vari soggetti di prim’ordine, i quali hanno inteso favorire da un lato la promozione di giovani artisti, dall’altro l’approccio consapevole all’arte contemporanea e la consuetudine alla frequentazione dei musei principalmente da parte dei giovani. Precisamente l’evento ha registrato il contributo dell’Associazione culturale – centro per la promozione e divulgazione delle arti “ArsDocet” per l’oganizzazione generale, Gina Affinito per la direzione artistica ed organizzazione, Carlo Roberto Sciascia per la sezione critica, Ivan Pili per il coordinamento organizzativo, Claudia Capozi per il lavoro di segreteria (Riferimenti telefonici: 380/26 40 841 – 327/34 63 882 – info@arsdocet.org – Sito: www.arsdocet.org).

Il Simposio si svolgerà dal 30 maggio al 14 giugno 2015 e sarà abbinato alla mostra è visitabile visitabile gratuitamente con orario di apertura al pubblico 9.00 – 13.30 e 15.00 – 18.00 dal martedì al sabato e 9.00 – 13.00 la domenica. (C.R.S.)

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *