Casagiove – Il comune affida all’ing. Fuccillo l’incarico relativo al Servizio di Prevenzione e Protezione (R.S.P.P.) per il 2015

Con Decreto Legislativo nr. 81 del 9 aprile 2008 recante “Nuovo testo unico in materia di tutela e sicurezza nei luoghi di lavoro”, modificato con Decreto Legislativo nr. 106/2009, sono state introdotte le disposizioni e le misure finalizzate al miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sui luoghi di lavoro. Fra queste disposizioni l’incarico di Datore di Lavoro e di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione. Con determinazione nr. 1097 del 31 dicembre 2014, il dirigente dell’Area Tecnica – Urbanistica Edilizia, Territorio, Ambiente – ha affidato, per l’anno 2015, alla dr. Anna Speziale, nata Brolo (Me) e residente in Piraino (Me), il Servizio di Sorveglianza Sanitaria di Medico Competente. Dopo l’affidamento dell’incarico di Datore di Lavoro, il Sindaco di Casagiove Elpidio Russo ha ritenuto necessario procedere al conferimento dell’incarico di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione per l’anno 2015, essendo scaduto lo scorso 31 dicembre 2014 il precedente affidamento assegnato all’ing. Vincenzo Fuccillo. Il dirigente dell’Area Tecnica, Urbanistica Edilizia e Territorio, ing. Pasquale Russo, ha contattato l’ing. Fuccillo, già responsabile R.S.P.P., il quale, con nota del 23 dicembre 2014 protocollata al nr. 18749 ha dato la propria disponibilità a proseguire la predetta attività nel corso del 2015, agli stessi patti e condizioni per un compenso di 2.000 euro compreso di IVA, spese ed eventuali oneri accessori. Considerato che il suddetto professionista ha sempre espletato in servizio in maniera corretta, efficiente e puntuale, il dirigente dell’Area Tecnica, con determina nr. 1098 del 31 dicembre 2014, ha affidato all’ing. Vincenzo Fuccillo, nato a Napoli il 26 maggio 1977 e residente in Castellammare di Stabia, l’incarico di R.S.P.P. per 2.000 euro complessivi.

 Nunzio De Pinto

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *