Caserta – Oltre mille atleti a Caserta per il Gran Prix di Scherma

Un importante evento tra sport, turismo ed economia

OLTRE MILLE ATLETI A CASERTA PER IL GRAN PRIX DI SCHERMA

Alla conferenza stampa di presentazione intervenuto il presidente del Coni regionale Cosimo Sibilia

Oltre mille atleti e con loro dirigenti, tecnici, accompagnatori e familiari in arrivo da tutta Italia venerdì a Caserta per la seconda Prova del Gran Prix under 14 di spada maschile e femminile, che si concluderà domenica 20 nella inedita cornice del Crowne Plaza dove verranno montate oltre trentacinque pedane per lo svolgimento, in contemporanea, delle gare di eliminatorie, qualificazioni, semifinali e finali propedeutiche all’ammissione ai campionati italiani in programma a Riccione nel maggio prossimo. Il grande evento, tra i più rilevanti ospitati in provincia di Caserta, è stato presentato nel corso di una affollata conferenza stampa organizzata dal Gruppo Sportivo Schermistico Pietro Giannone, cui la Federscherma ha affidato l’onere dell’impegnativo allestimento.

  “Una manifestazione che segue di pochi giorni l’effettuazione della Coppa Europa di spada femminile – ha rilevato in apertura il delegato Coni Caserta Michele De Simone – e che conferma come i grandi eventi sportivi rappresentino non solo un momento tecnico e sportivo ma anche una opportunità per il turismo e l’economia del territorio, visto che il prossimo week end lascia prevedere il tutto esaurito negli alberghi di Caserta e dell’hinterland”. “Caserta è diventato il polo di riferimento per gli appuntamenti più significativi della scherma in Campania – ha aggiunto il presidente del Comitato Regionale Federscherma e vicepresidente regionale Coni Matteo Autuori – grazie all’efficienza ed alla capacità organizzativa dello staff dirigenziale del Gruppo Sportivo Giannone con il presidente Giustino De Sire egregiamente supportato dal consigliere nazionale Federscherma Gigi Campofreda”.  “La nostra passione e l’attaccamento a questo sport – ha sottolineato Giustino De Sire presidente del Gs Giannone – ci consente di superare le enormi difficoltà soprattutto economiche per affrontare l’allestimento di eventi così rilevanti, nei confronti dei quali i nostri collaboratori, ormai una squadra affiatata e vincente, riescono a dare il meglio con soddisfazione di quanti vengono a Caserta ed hanno piacere di tornare”.  “Ormai la nostra realtà sportiva e organizzativa è portata a modello in tutta Italia – ha ribadito il consigliere nazionale Federscherma Gigi Campofreda- e la nostra attività è anche rivolta a realizzare una significativa operazione di immagine per Caserta non solo sul piano promozionale ma anche offrendo l’opportunità al nostro territorio di mostrare le eccellenze che possiede, in primo luogo la Reggia che sicuramente in questo week end accoglierà tantissimi visitatori aggiuntivi, frutto dell’evento schermistico che richiama a Caserta migliaia di persone”.

“Su Caserta e sulla sua organizzazione sportiva puntiamo sempre a occhi chiusi – ha concluso il presidente regionale del Coni Cosimo Sibilia – lo prova il successo ottenuto dalla prima edizione del Trofeo Coni svoltosi nel 2014 e di cui ancora oggi si parla in tutta Italia come un modello a livello qualitativo e quantitativo. Ed è per questo motivo che abbiamo chiesto di dirottare buona parte delle attività delle Universiadi 2019 anche a Caserta, visto che la grande manifestazione è ospitata dalla Campania e non solo da Napoli. E ciò per contribuire a migliorare gli impianti sportivi e a creare ulteriori vantaggi all’economia legata ai grandi eventi sportivi. Siamo certi che Caserta risponderà alla grande, come per tutti gli altri eventi che con convinzione dirottiamo in questa provincia, certi di far bella figura”.

Dopo aver rivolto un applauso significativo ai rappresentanti della Brigata Bersaglieri Garibaldi (il ten. col. Claudio Milone era stato delegato dal Comandante gen. Minghetti) per la attiva partecipazione con la presenza della mitica fanfara, oltre che alle gare di Coppa Europa, anche alla cerimonia di apertura del Gran Prix, è stata premiata la maestra del Gs Giannone Ewa Borowa per l’eccezionale risultato conseguito dalla figliola, punta di diamante del Gs Giannone, Sara Kovalcich classificatasi al terzo posto ai campionati italiani. Infine il consigliere Federschema Gigi Campofreda ha consegnato al presidente Sibilia l’artistica spilla ispirata alla scherma realizzata dalla Scuola Orafa del Tarì in occasione dei campionati italiani.

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *