Caserta: ‘Una giornata particolare’ al Teatro Parravano

Da venerdì 22 aprile a domenica 24 in allestimento teatrale il capolavoro di Ettore Scola

Giulio Scarpati e Valeria Solarino nei ruoli che furono di M. Mastroianni e S. Loren

 

CASERTA (Raffaele Raimondo) – La compagnìa Gli Ipocriti presenterà, da venerdì 22 aprile a domenica 24, “Una giornata particolare”, piece omonima del capolavoro cinematografico di Ettore Scola (scomparso tre mesi fa) che lo scrisse in tandem con Ruggero Maccari (autentica celebrità della sceneggiatura italiana). Questa versione teatrale (dedicata al grande maestro della “settima arte”) si sviluppa nell’adattamento di Gigliola Fantoni (moglie, ormai vedova, di Scola). Uscito nel 1977, il film riscosse un enorme successo in Italia e all’estero che gli valse oltretutto il Golden Globe: noi stessi osservammo, con orgoglio, lunghe file davanti ai cinema di Parigi che lo davano col titoloUne journée particulière”. Nei ruoli che in pellicola furono di Marcello Mastroianni e Sophia Loren il pubblico casertano vedrà Giulio Scarpati (superpremiato attore romano notissimo, fra l’altro, per aver interpretato il personaggio di Lele Martini nella fortunata serie tv “Un medico in famiglia) e Valeria Solarino (la bellissima nata in Venezuela da genitori italiani e riconosciuta, nel 2009, come “migliore attrice femminile” al Cannes Film Festival per la parte di Angela nel film “Viola di mare”. A completare il cast di “Una giornata particolare” vi saranno Toni Fornari, Guglielmo Poggi, Anna Ferraioli, Elisabetta Mirra e Paolo Minnielli. Scena: Luigi Ferrigno; costumi: Marianna Carbone; luci: Raffaele Perin; video e suoni: Marco Schiavoni; regìa: Nora Venturini (legata a Scarpati nell’arte e nella vita).

Della trama diciamo solo che l’ambientazione risale al “6 maggio del 1938, giorno della visita di Hitler a Roma. In un comprensorio popolare, Antonietta, moglie di un usciere e madre di sei figli, prepara la colazione, sveglia la famiglia, aiuta nei preparativi per la parata. Una volta sola, inavvertitamente, apre la gabbietta del merlo che va a posarsi sul davanzale di un appartamento di fronte al suo. Bussa alla porta, ad aprirle è Gabriele, ex annunciatore dell’EIAR che sta preparando la valigia in attesa di andare al confino perché omosessuale”.

Un po’di più stralciamo dalle note di regìa firmate Venturini: “Abbiamo deciso di mettere in scena Una giornata particolare, superando timori e scrupoli verso il capolavoro cinematografico originale, perché a ben guardarla la sceneggiatura di Scola e Maccari nasconde una commedia perfetta. Un ambiente chiuso, due grandi protagonisti, due storie umane che si incontrano in uno spazio comune in cui sono “obbligati” a restare, prigionieri. Fuori il mondo, la Storia, di cui ci arriva l’eco dalla radio. Un grande evento che fa da sfondo a due piccole storie personali, in una giornata che sarà particolare per tutti: per Gabriele, per Antonietta, per la sua famiglia che si reca alla parata, per gli Italiani che festeggiano l’incontro tra Mussolini e Hitler, senza sapere quanto fatale sarà per i destini del Paese (…) Gabriele, omosessuale licenziato dalla Radio e in procinto di essere spedito al confino, costretto tutta la vita a fingere e a nascondersi, con Antonietta finalmente si sente libero, esce allo scoperto, per la prima volta si sente accettato, apprezzato e amato per quello che è. Ignorante e sottomessa lei, colto e raffinato lui, apparentemente diversissimi, si sentono, si annusano, si riconoscono. Sono due umiliati, due calpestati, sono due ultimi. Nel giorno del ballo, sono le due Cenerentole rimaste a casa. E la loro storia è la storia, purtroppo sempre attuale, di coloro che non hanno voce, spazio, rispetto, e sui destini dei quali cammina con passo marziale la Storia con la S maiuscola”. Sabato 23 aprile 2016 alle ore 18,30, sempre al teatro comunale di Caserta, Giulio Scarpati, Valeria Solarino saranno ospiti del ciclo di incontri “Salotto a Teatro” condotti dalla giornalista Beatrice Crisci. Orari delle repliche: feriali ore 20,45; domenica ore 18. Info e prevendita 0823.44.40.51.

3

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *