COMUNICATO STAMPA ITALIA VIVA AVERSA

«Ora capisco perché il sindaco Golia ha bloccato in commissione il regolamento sull’inquinamento acustico licenziato dalla I commissione affari generali: con uno strumento come quello il caos che è stato legittimato nelle ultime settimane in via Seggio non sarebbe mai potuto accadere. I commercianti sono stati abbandonati al loro destino senza controllo e nell’impossibilità di gestire la folla che si trovano fuori alle loro attività di persone che non hanno sempre ben chiara la differenza tra divertimento e barbarie. Dopo un anno e mezzo impossibile, chiaramente, la croce non può cadere solo sui commercianti. E, così, nell’indifferenza più totale, ogni sera saltano norme anti-assembramento, coprifuoco e indicazioni date dal governatore De Luca sul controllo della movida con i residenti della zona che diventano parte lesa. I locali ‘trasferiti’ nelle piazzette adiacenti con tavolini, sedie, distanze inesistenti, musica, baccano fino a notte inoltrata stanno rendendo impossibile la vita dei residenti della zona che sono costretti a subire le scelte dei ‘ribaltinisti’ senza poter far nulla. L’assessore Sagliocco, infatti, ha avallato in pieno queste situazioni, incentivandole con gli atti amministrativi, con gesti simbolici e non preoccupandosi assolutamente dei controlli. Il via libera ai dehors e ai tavolini, le visite in loco sue e di qualche altro amministratore a cui non ha fatto da contraltare un adeguato controllo, sono state come la benzina sul fuoco. Dopo anni di battaglie, i residenti di via Seggio si vedono catapultati nuovamente indietro vedendo tutti i problemi riproporsi da capo con drammatica violenza, nel disinteresse generale. Se così non fosse, le decine di esposti che sono stati presentati avrebbero avuto una risposta da parte dell’amministrazione che, invece, votandosi ad un libertinismo miope, sottovaluta le conseguenze sul Covid, arreca un danno alle famiglie e certamente non fa il bene dell’economia del territorio. Alle famiglie la mia massima solidarietà e vicinanza politica e umana, stiano certe che sarò sempre al loro fianco in questa battaglia. Al sindaco chiedo di aprire un attimo il suo zainetto rosso e di recuperare almeno un pizzico di quel buon senso che la città gli aveva riconosciuto quando ha vinto le elezioni, adottando misure immediate che tutelino i residenti nel rispetto di quelle che sono le prerogative dei commercianti. Non si lasci imbrigliare nel giochino delle contrapposizioni e sfrutti il regolamento sull’inquinamento acustico: sarebbe un buon punto di partenza per affrontare con serietà il problema. A modi esempio dico che il regolamento prevede il doppio ingresso per i locali che fanno musica e la totale insonorizzazione degli stessi». A dichiararlo la consigliera comunale di Italia Viva Imma Dello Iacono.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *