Covid, da lunedì riprenderanno le attività didattiche in presenza. Il sindaco Andrea Pirozzi: “Continueremo a monitorare l’andamento della situazione”.

Covid, da lunedì riprenderanno le attività didattiche in presenza. Il sindaco Andrea Pirozzi: “Continueremo a monitorare l’andamento della situazione”. 

Riprenderanno anche a Santa Maria a Vico – a partire da lunedì 11 Gennaio – le attività didattiche in presenza. Si inizierà con la Scuola dell’Infanzia e le prime due classi della Scuola Primaria di I° grado. A seguire, il 18 Gennaio, sarà la volta delle classi 3, 4 e 5 della Scuola Primaria di I° grado ed, infine, il 25 Gennaio toccherà alla Scuola Secondaria di I° grado e alla Scuola Secondaria di II° grado.

Ad annunciare l’importante novità il sindaco, Andrea Pirozzi, nel corso della diretta facebook di questa sera. Il primo cittadino, nel ribadire che si tratta di “una decisione presa dal Comitato Scientifico della Regione Campania, d’intesa con il Governo” ha voluto anche tranquillizzare i genitori, molti dei quali preoccupati per le possibili conseguenze sui propri figli. “Al momento – ha spiegato il primo cittadino – gli elementi in nostro possesso ci danno un quadro abbastanza rassicurante”.

A supporto della sua posizione, Pirozzi ha dapprima snocciolato i dati dell’andamento della pandemia (98 positivi – 646 guariti e 18 soggetti in quarantena) per poi analizzare, nello specifico, la situazione relativa alla popolazione scolastica locale. Nell’ambito dell’Istituto Comprensivo, su un totale di 180 docenti soltanto due finora sono risultati positivi al Covid-19 e soltanto sei alunni su un totale di 1500.

“Dati rassicuranti – ha rimarcato Pirozzi – che, tuttavia, non devono distoglierci dall’assoluto rispetto delle regole a cominciare dall’evitare assembramenti all’esterno degli edifici scolastici. Da parte nostra – ha poi concluso – continueremo a mantenere alta la guardia, monitorando quotidianamente l’andamento della situazione nell’interesse di tutti”.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *